www.infrastrutturetrasporti.it
Data: Sunday, 20 November @ 17:43:37 CET
Argomento: dal governo


se puo servire leggere attentamente tra le righe sul sito si puo vedere la cartina con il famoso corridoio 5
(Lione) – Torino



Il nuovo collegamento ferroviario Torino-Lione è uno dei progetti prioritari identificati dalla Comunità Europea tanto nel Consiglio di Essen (Dicembre 1994), quanto dalla Commissione Van Miert (2003). I risultati dello studio di fattibilità del collegamento sono confluiti nella proposta finale della Commissione Intergovernativa italo-francese incaricata di elaborare lo schema di accordo per la realizzazione dell’opera. Questa proposta è stata recepita nell’Accordo Internazionale in occasione del vertice italo-francese di Torino del 29 Gennaio 2001, accordo ratificato da ambedue i Parlamenti nel 2002. Nell’ambito della tratta comune italo-francese della sezione internazionale estesa per circa 72.5 km sono previste da Ovest verso Est: un tratto allo scoperto di circa 3700 m a Saint Jean de Mauirenne, il Tunnel di Base, di 53 km circa costituito da due canne ferroviarie a semplice binario con by-pass ogni 400 m, un tratto allo scoperto in viadotto presso Venaus, il tunnel di Bussoleno di circa 12 Km (con le stesse caratteristiche del tunnel di base), un tratto allo scoperto di crica 4.500 m presso Bruzolo. Sono previste delle connessioni con la linea storica a Saint Jean de Maurienne (Francia) ed a Bruzolo (Italia). Ad esso segue il tratto interamente italiano denominato Nodo Urbano di Torino, che prevede il potenziamento della Linea Bussoleno - Torino e la realizzazione della Cintura Merci. Esso è compreso tra Bruzolo ed il punto di diramazione dalla linea AC Torino – Milano poco prima che questa entri nel nodo di Torino. La prima parte del percorso è costituita da una galleria a doppia canna lunga circa 21,5 km, denominata galleria Musiné, cui segue un tratto di circa 20 km che si snoda nella pianura intorno a Torno fino a raggiungere l’interconnessione con la linea AC Torino – Milano.

Il progetto è destinato ad un traffico di tipo “misto” (Viaggiatori, Merci ed Autostrada Ferroviaria – “AF”) ed è dimensionato per una velocità di base di 220 km/h per i treni Viaggiatori e di 120 km/h per i treni Merci ed AF. La sagoma delle opere è concepita per accogliere i treni AF che raggiungono i 5,20 m al di sopra del piano del ferro (in quanto trasportano veicoli pesanti alti 4,20 m).

Per il tratto dell’opera principale ricadente in territorio italiano (25 km circa), comprendente il tunnel di Bussoleno di 12 km e parte del tunnel di base di 8 km sono state attuate le seguenti procedure:

Per la tratta internazionale
07.03.2003 - viene depositato, per approvazione ai sensi della Legge 443/01 e D.lvo 190/02, il “Progetto preliminare della tratta in territorio italiano tra confine di stato e Borgone” del Nuovo collegamento ferroviario Torino-Lione, sezione internazionale presso il Ministero delle Infrastrutture, Ministero dell’Ambiente, Ministero dei Beni Culturali e Regione Piemonte,

21.07.2003 - la Regione Piemonte approva il progetto preliminare con Delibera D.G.R. n.67-10050;

13.08.2003 – Il Ministero per i Beni per le Attività Culturali dà parere positivo con prescrizioni;

04.09.2003 – il Ministero dell’Ambiente dà parere positivo con prescrizioni;

05.12.2003 - Con delibera n° 133 il CIPE approva con prescrizioni il “Progetto preliminare della tratta in territorio italiano tra confine di stato e Borgone” del Nuovo collegamento ferroviario Torino-Lione.

Per il cunicolo esplorativo di Venaus (ex art. 3 comma 9 D.lvo 190 /2002):

06.03.2003 - viene depositato, per approvazione, il progetto del “Cunicolo esplorativo di Venaus” presso il Ministero delle Infrastrutture e la Regione Piemonte;

30.06.2003 - la Regione Piemonte approva il progetto del “Cunicolo esplorativo di Venaus” con Delibera D.G.R. n.40 – 9816;

07.08.2003 - Il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture autorizza il “Cunicolo esplorativo di Venaus;

27.08.2003- LTF pubblica sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea (GUUE) il Bando di gara (n° 2003/S163-150092) l’avviso di gara per il Cunicolo esplorativo di Venaus.

Per il tratto interamente italiano (Bussoleno – Torino e Cintura merci):

07/03/2003 avvio dell’iter autorizzativo previsto dall’art. 3 del D.Lgs. n. 190 del 20 agosto 2002.

21/07/2003 1° parere della Regione Piemonte sul progetto preliminare.

08/08/2003 RFI, sospensione della valutazione del progetto;

10/12/03 riavvio dell’iter.

12/07/04 parere definitivo della Regione Piemonte sul progetto preliminare.

Ai fini dell’attivazione della seconda parte della procedura in Legge Obiettivo è previsto l’avvio per realizzare il Progetto di Riferimento (Avant projet de reference) della tratta internazionale, ed il Progetto Definitivo della sola tratta in territorio italiano (Confine di stato -Borgone) nonché il perfezionamento degli studi economici, giuridici e finanziari.







Questo Articolo proviene da NO TAV
http://www.notav.eu/nuke/

L'URL per questa storia è:
http://www.notav.eu/nuke//modules.php?name=News&file=article&sid=758