Nessuno ci spiega la tecnica dei sondaggi
Data: Thursday, 14 January @ 22:41:45 CET
Argomento: Parole scolpite nella pietra


Sono un geologo che abita e lavora in valle Susa, impegnato anche politicamente nel partito dell\'Italia dei Valori.
Scrivo la presente, sicuro di una sua pubblicazione e con la speranza che gli enti locali della bassa valle Susa ne considerino attentamente il contenuto.
Come noi tutti sappiamo, tra poco tempo dovrebbero iniziare i sondaggi per il Tav.
A tale proposito mi preme evidenziare come nessun organo ufficiale e competente abbia ritenuto opportuno descrivere nel dettaglio le procedure tecniche per la realizzazione dei sondaggi nel fondovalle della Dora Riparia.
La presenza in esso di falde acquifere sovrapposte impone diverse accortezze costruttive tra le quali, la più importante, quella inerente il loro isolamento idraulico onde evitarne l\'inquinamento.



Per legge, le più profonde sono destinate o potenzialmente destinabili al consumo umano. Il non tener conto di questo particolare significherebbe creare sicuri focolai di inquinamento. Ricordiamo a tale proposito che nel fondovalle esistono già pozzi (e nel futuro ne saranno costruiti probabilmente altri) per l\'approvvigionamento idrico. Ricordiamo anche che il non isolare perfettamente le falde durante opere di perforazione potrebbe creare problemi di inquinamento anche in zone dove l\'attingimento idrico si verifica alcune centinaia di metri di distanza se l\'opera di captazione si trova a valle-fusso della falda.

Sicuro che tutti i Comuni interessati ai sondaggi nell\'area citata richiedano urgentemente dettagli ed assicurazioni sulle procedure costruttive, in particolar modo sul punto citato, si coglie l\'occasione per inviare i più cordiali auguri di buon anno a tutti i vostri lettori.

Gregorio Fontana - Borgone

Lettera pubblicata su Lunanuova







Questo Articolo proviene da NO TAV
http://www.notav.eu/nuke/

L'URL per questa storia è:
http://www.notav.eu/nuke//modules.php?name=News&file=article&sid=4730