Ricevuto via e-mail
Data: Sunday, 06 November @ 12:37:04 CET
Argomento: Quello che i politici dicono sul Tav


Questo pomeriggio sono stato al teatro Alfieri dove c’era una specie di dibattito moderato da Mentana sull’Innovazione industriale. Il teatro era quasi pieno.



Era presente ovviamente anche Chiamparino che, prima dell’inizio del dibattito, è stato intervistato da Mentana e smerluzzato per una serie di infelici uscite degne di lui.
Sul palco c’era il (credo) presidente dell’ENI che ha approfittato dell’occasione per fare un bello spot pro-TAV sottolineando che opere di così grande importanza devono essere realizzate con la piena collaborazione tra maggioranza e minoranza, perché strategiche per la crescita economica dell’Italia e che quindi non si deve dare retta alle solite, inevitabili e scontate proteste locali di gente che vuole andare in auto, ma non vuole le autostrade, che vuole andare in aereo, ma non vuole l’aeroporto vicino a casa, che vuole andare in treno, ma non le ferrovie vicine, ecc. ecc.
Quando si vuole fare qualcosa di importante, le proteste sono sostanzialmente una seccatura inevitabile, ma basta non darvi retta. Sulle decisioni strategiche deve esserci pieno accordo tra maggioranza e opposizione dopodiché si fanno e basta senza ascoltare quelli che vogliono semplicemente guadagnarsi qualche voto in più alle prossime elezioni.
A quel punto c’è stato un lungo e convinto pplauso e Mentana ha fatto presente al pubblico in sala che all’applauso ha partecipato anche Chiamparino seduto in prima fila.
Che nausea.







Questo Articolo proviene da NO TAV
http://www.notav.eu/nuke/

L'URL per questa storia è:
http://www.notav.eu/nuke//modules.php?name=News&file=article&sid=345