Negli Usa li criticano, ma l'Italia li assolda
Data: Friday, 18 May @ 13:40:22 CEST
Argomento: dai media


Mercenari in Iraq. Scelta la controversa società di Tim Spicer
L'Iraq è terra dimenticata dagli italiani dopo il ritiro dei nostri militari, messa in secondo piano dal dibattito sull'Afghanistan. 
Tuttavia cooperanti e tecnici impiegati dagli enti di idrocarburi, Eni in testa, sono ancora là e, grazie anche alle nostre anticipazioni, è noto che il governo Prodi, nel decreto che finanzia le missioni italiane, ha inserito uno stanziamento di 3 milioni e mezzo di euro per i "contractors", altrimenti detti mercenari o paramilitari, che devono proteggere i civili.



Ma quello che non è ancora noto è la società a cui sono destinati questi soldi. Si tratta della Aegis Defence Services, con sede a Londra, che ha già stipulato con il Pentagono, per i suoi servizi in Iraq, un contratto da 293 milioni di dollari, che ha sollevato le proteste di buona parte del Congresso Usa.

Gli uomini dell'Ads, fondata e diretta da Tim Spicer, sono accusati di violazioni dei diritti umani e di aver sparato contro civili iracheni inermi.

Il nome di Tim Spicer in passato è stato accostato alla repressione di una ribellione per conto del governo di Papua Nuova Guinea nel '97 e, nel '99, all'esportazione di 35 tonnellate di armi bulgare in Sierra Leone, nonostante l'embargo imposto dall'Onu.

Inoltre, Spicer nel 1992, quando era ufficiale britannico in Irlanda del nord, fu coinvolto nella uccisione di un ragazzo cattolico e due soldati posti sotto il suo comando per questo delitto furono condannati.

Il ministro degli Esteri, Massimo D'Alema e quello della Difesa, Arturo Parisi non smentiscono la notizia né spiegano il motivo della singolare scelta del governo che non ha stabilito nessuna regola per il controllo delle attività dell'Ads contro la quale negli Stati Uniti si battono Hillary Clinton, Barak Obama e Ted Kennedy.

Un silenzio condiviso dalla sinistra radicale che, con poche eccezioni, ha comunque ritenuto che le pallottole sparate da mercenari sono diverse da quelle di chi indossa una divisa. Una bella fiera dell'ipocrisia e un brutto spettacolo politico.

http://www.indipendenteonline.it/

Anche Vanity fair pubblica un' articolo su questo mostro

http://www.vanityfair.com/politics/features/2007/04/spicer200704







Questo Articolo proviene da NO TAV
http://www.notav.eu/nuke/

L'URL per questa storia è:
http://www.notav.eu/nuke//modules.php?name=News&file=article&sid=3305