Saluggia perde e la regione se ne accorge oggi...
Data: Friday, 18 August @ 11:30:39 CEST
Argomento: Dalla Regione Piemonte


Rilascio di acqua contaminata

Da due anni l'Assessorato all'Ambiente, tramite ARPA Piemonte, nell'ambito della sua azione continua di vigilanza sui siti nucleari, effettua un monitoraggio costante della falda acquifera superficiale in prossimità della piscina Eurex di Saluggia. L'attività di controllo all'interno del sito nucleare è anche frutto di un accordo ARPA ed APAT (Agenzia Nazionale di Protezione dell'Ambiente) e rientra nei protocolli operativi fissati in tal senso dalla Regione Piemonte.
L'ultimo rapporto di ARPA, consegnato oggi all'Assessorato, evidenzia, per la prima volta la presenza di una contaminazione da radionuclidi artificiali, limitatamente a due punti di prelievo sui sei complessivi disponibili per i controlli.



"Le misurazioni, relative ad un'area molto circoscritta in prossimità della piscina  - puntualizza l'Assessore all'Ambiente Nicola de Ruggiero - presentano livelli di contaminazione assolutamente non rilevanti dal punto di vista della salute pubblica. Ciò costituisce però, dal punto di vista ambientale, un indicatore significativo che dall'intercapedine della piscina vi è un rilascio di acqua contaminata".

"Come Regione - continua l'Assessore - abbiamo immediatamente comunicato le forti preoccupazioni che pesano sulle comunità locali ai Ministeri dell'Ambiente e dello Sviluppo Economico, informando anche la V Commissione del Consiglio Regionale del Piemonte. Abbiamo anche ribadito la necessità di provvedere con celerità ad avviare il percorso di individuazione del sito nazionale per i residui nucleari ancora presenti in Italia, sottolineando l'urgenza di attivare preliminarmente, con le autorità locali, nel quadro delle norme vigenti, ogni più utile intervento di prevenzione e protezione ambientale".

"Credo che sia doveroso - conclude de Ruggiero - anticipare alla fine del mese di settembre la riunione del tavolo di trasparenza regionale, che riunisce tutti gli attori interessati alla questione della sicurezza nucleare. Il dato che emerge dalle misurazioni impone ai soggetti responsabili di affrontare il problema con la massima sollecitudine ed in maniera definitiva, procedendo con ulteriore urgenza alla messa in sicurezza della piscina Eurex con il suo svuotamento. Da parte nostra intendiamo seguire tale procedura giorno per giorno, con un monitoraggio costante, garantendo alle popolazioni locali la più ampia informazione possibile".

Torino, 17/08/2006



Forse sarebbe il caso di offrire alla Regione un abbonamento gratuito ad alcune riviste (chissà, forse, a forza di spendere soldi per pubblicare pagine pubblicitarie in favore del TAV non le sono rimasti più i soldi nemmeno per questo). E si, perchè così, anche la regione, avrebbe saputo che la vasca Eurex perde da settembre 2005 (e qualcuno sostiene addirittura dal 2003).
Leggi gli articoli del manifesto

24 maggio 2006 - Saluggia, perdite nell'impianto nucleare
25 maggio 2006 - Saluggia, sulle perdite Sogin non smentisce





Questo Articolo proviene da NO TAV
http://www.notav.eu/nuke/

L'URL per questa storia è:
http://www.notav.eu/nuke//modules.php?name=News&file=article&sid=2751