Le Farfalle Rosse di Modena a Torino
Data: Tuesday, 20 December @ 16:38:18 CET
Argomento: Solidali alla lotta NO TAV in Val Susa


17 Dicembre 2005: Cronaca di una giornata in manifestazione contro la TAV.
Alle 14 in punto il corteo parte da Porta Susa, a Torino. La gente è venuta a manifestare da tutte le parti d’Italia. Vediamo addirittura gruppi di siciliani che urlano slogan contro la costruzione del ponte sullo Stretto di Messina. Il sole splende, sono tutti allegri e decisi, e tutti disposti a comunicare. Un signore (dalla Sardegna) ci rivela di avere scritto quattromila pagine contro Berlusconi…ci confida anche il titolo che vorrebbe dare al suo libro. Che però non riusciamo a capire se verrà pubblicato oppure no. Poi scambiamo considerazioni sulla lotta per l’ambiente con un altro signore di Salerno. Lui, ci dice, fa parte di un movimento ambientalista che lotta contro una centrale di Salerno e contro l’istallazione di un inceneritore di rifiuti.



I movimenti ambientalisti sono tanti e vengono da tutte le parti d’Italia. Ma vediamo anche molti movimenti studenteschi come il nostro, insieme a gruppi politici e collettivi.
Ci imbattiamo anche in un giornalista valsusino (del bisettimanale “Luna Nuova”) che ci intervista, scatta una foto e soprattutto ci ringrazia di cuore per essere lì a dare anche il nostro appoggio alla loro lotta.

Ciò che si nota in questa giornata di mobilitazione è la forte partecipazione locale: gente in bicicletta, tanti bambini, tanti torinesi e valsusini. La popolazione si è unita e reclama a gran voce il proprio potere decisionale nei riguardi delle questioni che la toccano da vicino. La gente chiede di venire considerata come soggetto politico con pieno potere decisionale. Qui viene rivendicata la Democrazia come forma politica che permetta la partecipazione reale delle masse (il demos, appunto) nelle decisioni dello stato: in questa giornata i valsusini chiedono di poter decidere in merito all’attuazione di un progetto alternativo alla TAV.
La presenza di manifestanti da tutta Italia è la prova di quanto questo bisogno di democrazia, più popolare e meno autoritaria, sia sentito da tutti i cittadini. E addirittura dai cittadini al di fuori dei confini italiani, rappresentati dalla partecipazione alla protesta dei sindaci di dieci comunità francesi, alle prese con il problema della linea Torino-Lione.

Il momento più bello della giornata si presenta sotto forma di un anziano che si avvicina, ci offre un foglio scritto a mano e ci dice “Questo è qualcosa sulla Val di Susa”. Quando, allibiti, gli chiediamo maggiori spiegazioni, ci risponde “L’ho scritto io, perché bisogna far sapere!”. Noi ringraziamo, la situazione sembra un po’ surreale. Quando, qualche ora dopo, leggiamo le tre pagine scritte da lui a mano e firmate “Uno nato a Brunoleno, 15/12/2005”, ci accorgiamo che il testo è un po’ sconnesso. Sembra quasi un flusso di coscienza , una serie di pensieri messi vicini, un po’ confusi…che però rendono l’idea del profondo coinvolgimento emotivo di quest’uomo nelle vicende che stanno avvenendo nella sua valle.

Il corteo si svolge senza incidenti fino al Parco della Pellerina. Lì gli interventi di Marco Paolini, Beppe Grillo, Dario Fo e Franca Rame, Marco Travaglio, gli esponenti dei movimenti, i sindaci valsusini, uniti nonostante l’apparente rottura propagandata dai mass-media negli ultimi giorni, e i sindaci francesi. Ma questo si è potuto leggere su tutti i giornali di domenica.

Quello che risulta importante è invece lo spirito e la partecipazione emotiva (oltre che materiale e fisica) a questa giornata di mobilitazione. Che si spera faccia capire a chi sta in alto che non sempre il popolo vuole tacere di fronte a ciò che vede accadere sulla propria pelle. E anche se i potenti attuano politiche che mirano a dividere e confondere le persone (a partire dalle piccole realtà di fabbriche che, nel momento dell’assunzione, “ordinano” agli operai di “non fare comunella”), il popolo risponde con grande partecipazione e in maniera unita alle lotte relative alle tematiche più scottanti come, in questo momento storico, la lotta contro la TAV.


Le Farfalle Rosse di Modena







Questo Articolo proviene da NO TAV
http://www.notav.eu/nuke/

L'URL per questa storia è:
http://www.notav.eu/nuke//modules.php?name=News&file=article&sid=1983