Lido Riba - DS - Presidente Regionale UNCEM
Data: Saturday, 03 December @ 16:08:28 CET
Argomento: Parole scolpite nella pietra


(...)
Riteniamo che il progetto di rilancio della montagna debba essere costruito con le amministrazioni e le popolazioni interessate, potenziando e valorizzando il sistema delle autonomie locali, dei Comuni e delle Comunità Montane. Aggregando le energie culturali e imprenditoriali.



Un gravissimo errore sarebbe quello di cercare di “bruciare le tappe” imponendo, “chiavi in mano”,
modelli di sviluppo che non siano rispettosi del territorio e della cultura dei luoghi. Si tratta di ricostruire il
tessuto sociale senza tradurre forzosamente i modelli urbani; l’allargamento sociale e produttivo delle nostre Regioni deve rispettare la complementarietà e la diversità della montagna. Si tratta di rafforzare i sistemi socio-economici regionali promovendo lo sviluppo della montagna e non colonizzandone (ciò che può tentare, perché potrebbe nell’immediato rendere di più) sbrigativamente il territorio. Occorre pensare a “una montagna per gli uomini” come indicava il felice titolo del primo saggio di Gianromolo Bignami: uno dei Piemontesi più impegnati sui problemi del territorio alpino.
Lo sviluppo, invece, è stato storicamente inteso più come un esito della crescita economica che come un diritto oggettivo: il moderno diritto dei popoli e dei territori di partecipare alle opportunità prodotte dal progresso nel campo tecnologico, scientifico, intellettuale, formativo. Questo progresso, se inteso come valore, se equamente distribuito avrebbe rappresentato un’opportunità di crescita per tutti, invece ha finito per produrre marginalità e squilibri, sia sociali che territoriali: enormi, a livello globale, più contenuti, ma della stessa natura, dello stesso segno, anche a livelli più circoscritti delle singole aree regionali.
Il diritto allo sviluppo, quindi, almeno per la cultura progressista, si deve porre come questione di un
diritto oggettivo, anche del territorio.
(...)

nda Tratto da "Una politica per le montagne del Nord Ovest - Il punto di vista dei DS piemontesi"

...buono per predere i voti e assumere presidenze varie, dico io (IPLA, UNCEM,fra un po' FORMONT ecc. ecc.)







Questo Articolo proviene da NO TAV
http://www.notav.eu/nuke/

L'URL per questa storia è:
http://www.notav.eu/nuke//modules.php?name=News&file=article&sid=1363