LA Repubblica 3.12.05
Data: Saturday, 03 December @ 15:40:15 CET
Argomento: dai media


No del Quirinale alla richiesta di incontro dei sindaci: " Ciampi ha già espresso la sua
posizione"
Prodi: sì alla Tav ma con il dialogo Berlusconi: la sinistra resta ambigua



DAL NOSTRO INVIATO - PAOLO GRISERI
VENAUS Governare dialogando. anche sulla Tav in Val di Susa. Dopo «aver esaminato il dossier sull'Alta velocità.. Romano Prodi sceglie la platea della conferenza programmatica dei Ds per spiegare che «non possiamo prendere decisioni che tengono fuori l'Italia dai corridoi europei... Si dunque al progetto della Torino Lione contro il quale si è scatenata la rivolta della Val di Susa.
Ma, aggiunge Prodi, «le grandi, opere infrastrutturali devono essere decise con una politica del dialogo e dell'ascolto delle realtà locali». Poi entra nel merito della vicenda che sta creando tensione in Piemonte: «AI di là di voci più intemperanti sono convinto che dietro una protesta così forte ci siano delle motivazioni che vanno per lo meno ascoltate. Per spiegare che l'opera è necessaria e capire quali cambiamenti sono compatibili con le esigenze della popolazione. Seguendo questa logica di dialogo e ascolto vogliamo governare. Questo è Il sale della democrazia>> AI leader dell'Unione risponde durante il Consiglio dei ministri il premier Berlusconi: «La sinistra continua a mantenere un atteggiamento ambiguo e strumentalizza chi protesta in buona fede. L'opera è sicura perché sono state fatte tutte le verifiche ambientali>> Proprio ieri mattina il Consiglio dei ministri ha discusso della questione Tav. ribadendo che l'opera andrà avanti. Per dare serenità all'opinione pubblica, riferisce il ministro Pisanu. il governo «ha deciso di creare immediatamente un osservatorio permanente per controllare scrupolosamente, glomo per giorno, il rispetto della salute e dell'ecosistema••.
Le parole di Prodi. Berlusconi e Pisanu arrivano sui prati di Venaus, tra le barricate dei manifestanti e i posti di blocco della polizia. in una giornata ~ relativa calma dopo le tensioni di giovedì notte. II presidente della Comunità montana. Antonio Ferrentino, accoglie «positivamente la disponibilità al dialogo di Prodi» e rilancia chiedendogli «un incontro nella fabbrica del programma... Ma aggiunge che > Negativa l'accoglienza tra le barricate degli allarmi di Pisanu: > chiede Ferrentino. Ricordando che «proprio questo movimento ha dimostrato di saper isolare ' chi cercava la provocazione>>
Ieri pomeriggio un'abbondante nevicala ha contribuito a stemperare gli animi. Una situazione di sospensione che ha alimentato la speranza di una trattativa in atto ai massimi livelli della politica. In serata sono filtrate da Bruxelles le indiscrezioni sulla riunione tenuta giovedì dal Commissario ai trasporti Barrot con i suoi collaboratori. L'Ue avrebbe confermato i finanziamenti per la galleria esplorativa di Venaus e il dicembre del 2006 come limite massimo per l'avvio dello scavo. Quanto all'incontro chiesto dagli amministratori valsusini a Ciampi, in serata è arrivata la doccia fredda. «II presidente Ciampi ha detto a Ferrentino il prefetto di Torino fa sapere che sulla Tav ha già espresso la sua posizione».








Questo Articolo proviene da NO TAV
http://www.notav.eu/nuke/

L'URL per questa storia è:
http://www.notav.eu/nuke//modules.php?name=News&file=article&sid=1357