Amare riflessioni
Data: Thursday, 01 December @ 09:27:23 CET
Argomento: 30 novembre 2005


Riflessione
Ieri mattina, alba del famigerato 30 Novembre 2005, non ho potuto fare a meno che seguire, vigliaccamente e dietro le quinte, sul sito, cio' che molti stanno facendo a Venaus.
Mi fa molto effetto oggi pensare che Venaus e' sulla bocca di molti e solo per questi fatti.
Il pensiero e' tornato ad una persona a me cara, il mio caro nonno, che se ne e' andato quasi vent'anni fa ma che ha segnato profondamente tutta la mia esistenza.



Ho pensato a lui perche' proprio in Val Cenischia opero' da partigiano di G.L. negli anni '44 e '45.
Ho ripensato (e ricordo tutto come se fosse oggi) ai suoi racconti di quel tempo che faceva a me, bambino, nelle estati che trascorrevo con lui nella casa dei nonni nei dintorni di Susa.
Ho pensato a quanto, anche se talvolta un po' disilluso dai fatti, fosse orgoglioso del suo Paese e rispettoso delle Istituzioni, e di come abbia sempre cercato di trasmettermi questo modo di interpretare la vita.
E non ho potuto fare a meno di pensare che per lui sia stato un bene non vedere cio' che succede oggi.
Credo che avrebbe sofferto davvero troppo.
Ci possono essere mille ragioni per volere o non volere quest'opera (io sono nettamente contrario), ma non si deve trattare gente pacifica e normale come se si trattasse di pericolosi terroristi.
Cio' e' imperdonabile.
Questa e' stata la cosa piu' grave ed infamante per le Istituzioni, la goccia che fa traboccare il vaso.
Ed e' difficile credere come , nonostante tutto, la protesta sia ancora energica ma composta.
E sapere dell'impegno di tanta gente, mi fa sentire tanto piccolo per la mia scarsa partecipazione fisica, solo in parte bilanciata dalla quantita' di mails inoltrate per sensibilizzare piu' gente possibile.
(ed il non risiedere in Valle non e' per me una giustificazione).
Io spero ancora, ci si deve credere. Almeno per ottenere piu' rispetto!
Grazie di cuore a tutti coloro che sono o sono stati in prima linea un questi giorni







Questo Articolo proviene da NO TAV
http://www.notav.eu/nuke/

L'URL per questa storia è:
http://www.notav.eu/nuke//modules.php?name=News&file=article&sid=1130