Panorama on line 12.15
Data: Wednesday, 30 November @ 13:24:50 CET
Argomento: dai media


TAV: Via ai lavori
Val di Susa: iniziano oggi i lavori. O meglio dovrebbero iniziare oggi, secondo un calendario che ha fissato date e tappe della costruzione della linea di Alta velocità, ma non ha previsto la grande capacità di mobilitazione del popolo no tav, raccolto attorno ad associazione ambientaliste, sindaci della valle, partiti desiderosi di capitalizzare nelle urne il diffuso malcontento. Malcontento che, salvo rudimentali quanto simbolici ordigni anarcoinsurrezionalisti, si è espresso finora in modo determinato e civile: basti pensare che, ieri notte, sotto la neve, centinaia di persone hanno pernotatto nei gazebo allestiti dalla Pro Loco, nella sala consiliare del Comune e nel centro polivalente di Venaus, lasciati aperti dal sindaco, per vigilare sul cantiere della Torino-Lione dove oggi dovrebbero iniziare i lavori per la costruzione di un cunicolo esplorativo di dieci chilometri per verificare la pericolosità dell'opera.



TECNICI E AGENTI ANTISOMMOSSA
Questa mattina lunghe colonne di auto parcheggiate ai lati della strada che porta alla frazione Berno segnalavano già a parecchie centinaia di metri dall'area del cantiere la presenza di molti dimostranti. All'alba si sono aggiunte altre centinaia di persone e, secondo i sindaci della Valle di Susa, oggi a manifestare contro la Tav dovrebbero essere in 20-30 mila.
La notte è trascorsa senza incidenti ma è la mattina che ha dato corpo ai fantasmi antimodernizzatori di questa gente: sul posto sono arrivati infatti i primi tecnici della CMC, la ditta incaricata di eseguire i lavori del tunnel esplorativo. Divisi da un piccolo corso d'acqua, dietro le recinzioni in plastica, decine di uomini delle forze dell'ordine in assetto antisommossa. «Siamo tutti quì - ha detto il presidente della comunità Alta Valle Susa, Mauro Carena -, non sò dire cosa succederà in giornata. Vedremo». Finora regna l'incertezza, anche se la presenza di molti personaggi di spicco delle comunità locali dovrebbe impedire il peggio. La tensione rimane però alta: davanti ai gazebo allestiti dalla Pro Loco, è arrivato un elicottero del 118 per trasportare in ospedale un dimostrante colto da un grave malore. Intanto, sindaci e responsabili della sicurezza trattano per evitare incidenti e cariche.


CIAMPI: NON POSSIAMO ISOLARCI
A sopresa, nel dibattito sulle grandi opere in corso nel Paese, è intervenuto questa mattina Carlo Azeglio Ciampi parlando nel Salone delle Feste del Quirinale: «Non possiamo isolarci, non dobbiamo essere tagliati fuori», ha dichiarato, con un implicito riferimento alla vicenda della Val di Susa, il capo dello Stato. Esternazione tanto più significativa perché in questi anni il presidente si è battuto per ottenere la modifica del tracciato del cosiddetto 'Corridoio 5', grande bretella che doveva prevedere un tracciato a nord delle Alpi.

ALTA VELOCITA'
PERCHE' NO

La presenza di amianto e uranio nelle montagne dove saranno scavati i tunnel è pericolosa per la salute dell'uomo e può provocare il mesotelioma pleurico, un tipo di tumore polmonare ad altissimo rischio. La presenza di amianto è già evidente in superficie sopra la montagna di Musiné. Qualora fosse perforata ne risulterebbe minacciata la salute di tutti i cittadini della zona, fino, grazie ai venti, al capoluogo di Torino.

PERCHE' Sì

L'amianto è sparso e la sua quantità è minima, non rappresenta un pericolo serio. L'uranio è presente, ma e già localizzato in qualche roccia che non è nel tunnel base, quello dove transiteranno le auto. I fautori della Tav sostengono inoltre che gli scavi nei tunnel della Torino Bardonecchia e per la centrale idroelettrica non hanno prodotto alcuna rilevante diffusione di malattie legate al contatto con sostanze pericolose.



avete fatto caso a come i giornali evitino di parlare del calo del traffico e della non necessarietà di questo tunnel della malora?



Questo Articolo proviene da NO TAV
http://www.notav.eu/nuke/

L'URL per questa storia è:
http://www.notav.eu/nuke//modules.php?name=News&file=article&sid=1069