------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

TG4 TG4 del 9 gennaio 2008

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
No-Tav: la valle di Susa non si arrende, vuole la verità

Parole scolpite nella pietra

Nuto Revelli, uno che di Resistenza se ne intendeva, l’ultima volta che passò per la val di Susa – presentando “Il prete giusto”, testimonianza della lotta antifascista di don Raimondo Viale, il parroco montanaro nominato “Giusto d’Israele” per aver salvato centinaia di ebrei – rivolse un accorato appello ai giovani che assiepavano la platea: «Ragazzi, mettetevelo in testa: dovete imparare a dare fastidio». Il mondo vi vuole docili, ripeteva Nuto, ma è un mondo di imbroglioni: e allora, gridare la verità e denunciare l’imbroglio significa esattamente “dare fastidio”. Tanti anni dopo, ecco che suo figlio Marco, sociologo universitario e saggista militante, si ritrova in mezzo ai ragazzi No-Tav al “presidio” della Maddalena di Chiomonte, sotto un assedio di sapore medievale, con barricate e vedette.



Dare fastidio: in vent’anni, all’establishment di ogni colore politico, la valle di Susa di fastidi ne ha dati davvero tanti, con una tenacia che ha dell’incredibile. Solo loro, i valsusini, avrebbero potuto resistere ad ogni pressione, prendersi un sacco di botte dalla polizia, ricostruire i “presidi” distrutti, marciare a migliaia, invadere strade e binari, fino a costringere le autorità a rinunciare nel 2005 al primo progetto dellaTorino-Lione. Da vent’anni la valle di Susa ripete la stessa canzone: «Signori, per favore, abbiate almeno la compiacenza di dimostrarci che quella devastante opera faraonica non è completamente inutile». Risposta: silenzio, menzogne, minacce e sleale criminalizzazione dell’opposizione. Chiunque altro si sarebbe scoraggiato, ma non i valsusini: hanno suddiviso i terreni della Maddalena in 1500 micro-lotti e li hanno regolarmente acquistati; ora faranno un’azione legale perché il 27 giugno le forze dell’ordine hanno occupato quei prati «senza una regolare procedura di esproprio».

I No-Tav detestano e contrastano chi si abbandona al lancio di pietre: oltre che inaccettabile violenza, è il modo migliore per essere squalificati da chi non aspetta altro per seppellire definitivamente la protesta. Per questo, alla grande manifestazione nazionale di domenica 3 luglio a Chiomonte, i No-Tav rinforzeranno la vigilanza per controllare, per quanto possibile, infiltrati dell’ultima ora provenienti dall’esterno. La storia del movimento popolare della valle di Susa, comunque, parla da sola: «Ce le hanno sempre date, altro che storie», protesta Alberto Perino. Del resto, bastava dare un’occhiata ai presidianti della Maddalena: ragazzi e ragazze, genitori e nonni, famiglie intere con bambini, lavoratori, cittadini comuni esasperati dal vuoto politico che li circonda, da istituzioni sorde che non vogliono sentir ragioni e, per tagliar corto, ricorrono ai lacrimogeni.

Gli avversari del popolo valsusino hanno tentato di tutto, per ingabbiare la protesta all’interno di schemi antichi, ideologici. Tutto inutile: la valle di Susa è avanti mille anni. Si limita a dire: esigiamo spiegazioni; fino a che non arriveranno, noi non ci muoveremo di qui. Lo hanno fatto per vent’anni e lo faranno ancora, a partire da Chiomonte. Oltre alle bandiere No-Tav, tra i militanti comincia a comparire qualche tricolore. Nel solenne compleanno dei 150 anni dell’Unità d’Italia, è bene che a Roma si ricordino che la valle di Susa è Italia, è più che mai Italia, e che i valsusini che lottano per il diritto alla verità lo fanno anche in nome del popolo italiano, di cui sono parte. Ricordando l’amara lezione di Nuto Revelli, che diceva: hanno istituito le Comunità Montane quando ormai la montagna si era spopolata. La valle di Susa è un’eccezione: 70.000 abitanti sono una comunità vitale. Dare fastidio? Sì: se chi comanda non ti lascia altra scelta. “Se non così, come? E se non ora, quando?”.

Manifestazione nazionale No-Tav: Chiomonte, domenica 3 luglio 2011. 
Quattro i punti di concentramento: 1-Exilles, piazzale del Forte, ore 9.30 concentramento principale: arrivo via A32 Torino-Bardonecchia uscita Oulx est. Ritornare ss24 direzione Salbertrand-Exilles. Arrivo via Pinerolo: strada provinciale ss 23 via Sestriere. Proseguire ss 24 per Exilles. 2- Giaglione, campo sportivo ore 9.30: arrivo via Susa ss 25, proseguire per colle del Moncenisio ed entrare al secondo bivio a sinistra, indicazione Giaglione. 3 – Via treno: da Torino, stazione di Chiomonte: partenza Torino Porta Nuova ore 7.20, arrivo Chiomonte 8.26; partenza Torino Porta Nuova ore 8.15, arrivo Chiomonte 8.56. 4 – Per pullman: autoporto Susa, dove ricevere indicazioni e ripartire immediatamente ore 9.00. Arrivo via A 32 Torino Bardonecchia uscita autoporto Susa. Ospitalità: dal pomeriggio di sabato campeggio gratis al presidio No-Tav di Venaus e all’agriturismo Stella di Mompantero; Torino: gazebo informativo piazza Castello e campeggio ai Giardini Reali, “Noway Swat” via Asinari di Bernezzo 21 A (info Gianluca 3472852739). 
Indicazioni utili
 per la giornata: ognuno deve essere dotato di sufficente quantità di cibo e soprattutto di acqua (non ci sono fontane in zona, solo poca e alle partenze nei paesi), ognuno deve portare un sacchetto per riportare a casa i propri rifiuti; indossare scarpe comode per camminare almeno 5-6 km.

Postato il Saturday, 02 July @ 04:29:51 CEST di
 
Links Correlati
· Inoltre Parole scolpite nella pietra
· News by notavsuper


Articolo più letto relativo a Parole scolpite nella pietra:
Domenica a Susa

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

"No-Tav: la valle di Susa non si arrende, vuole la verità" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.11 Secondi

Theme by Dezina