------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

Luca Luca

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
I finti Black Block di Pianura

Campania e rifiuti

Napoli come Genova. Pianura come via Tolemaide. Le manifestazioni pacifiche in difesa dei diritti negati poste sotto accusa a colpi di manganellate e cariche della polizia. Letta in questa chiave, la vicenda spiega anche perché improvvisamente in quel popolo dalle mani bianche, carico di lutti per la perdita di familiari “gasati” da diossine ed altre esalazioni da rifiuti tossici, spunti il mostro violento, quello destinato a suscitare orrore e indignazione, spostando l’attenzione dell’opinione pubblica dall’oggetto della lotta alla natura dei facinorosi. Ultrà irriducibili della domenica? Frange di camorristi “naturalmente” organiche al popolo napoletano?


O magari l’impronta genetica di un popolo che ha imparato da sempre a farsi giustizia da solo?

Il Paese s’interroga. Niente di tutto ciò, a nostro giudizio. Ad incendiare i bus, a intimidire e picchiare esponenti dell’informazione, a sfasciare e devastare non possono essere state – spiegano anche dalla Questura – le genti di Contrada Pisani e dintorni. Semplicemente – viene aggiunto – perché non sarebbero attrezzate per questo tipo di lotta.

Qualcuno, provvidenzialmente, chiama in causa i Black Block, cercando ancora una volta di criminalizzare il dissenso e, con esso, le giuste proteste di una popolazione già decimata dalle malattie connesse a vent’anni di scandalo rifiuti. Sì, provvidenziale la citazione di quelle tute nere che provarono ad infangare l’ondata pacifista di luglio 2001. Chi erano? Dove sono quelli che li avevano mandati? Mentre manca ancora una risposta a queste domande per i fatti del G8, il quesito torna, quasi identico, anche oggi. Forse è un metodo che ha “funzionato” allora e che bisogna ripetere. Rimandare in scena l’assalto dei bastardi incendiari tutte le volte che monta l’onda dell’indignazione popolare, quando di fronte alle giuste proteste non è più possibile solo l’uso della forza.

Il processo per i fatti di Genova, conclusosi recentemente con condanne “esemplari” per i manifestanti pestati a sangue, mentre restano ancora in sospeso le posizioni dei poliziotti (molti dei quali premiati nel corso degli anni con folgoranti carriere), la dice lunga su come lo stato sia pronto ad usare ogni mezzo quando si tratta di imporre decisioni sulla pelle della gente. Genova pose fine alle speranze sorte intorno al Movimento. Vedremo se Pianura aprirà la strada alla localizzazione, per legge, di rifiuti tossici anche all’interno dei Parchi naturali.

Rita Pennarola - www.lavocedellevoci.it

http://www.canisciolti.info/articoli_dettaglio.php?id=11923

Postato il Thursday, 10 January @ 21:54:43 CET di
 
Links Correlati
· Inoltre Campania e rifiuti
· News by notavsuper


Articolo più letto relativo a Campania e rifiuti:
Domenica a Susa

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

"I finti Black Block di Pianura" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.18 Secondi

Theme by Dezina