------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

5 5 dicembre 2008 TGR h 14

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
Via Carracci sprofonda. I residenti: -Ora basta-

Notizie dalle altre tratte SI-NO-TAV ha scritto
"

I DANNI DELL'ALTA VELOCITA'
Via Carracci sprofonda - I residenti: "Ora basta"
Crolla un pezzo di fognatura: strada chiusa per 20 ore, traffico nel caos. Allarme e rabbia tra gli abitanti della zona che 'obbligano' le ferrovie ad un'immediata verifica. L'assessore Zamboni: "Troppi incidenti, non li possiamo considerare casi isolati"


RIAPRE via Carracci — a metà pomeriggio, ieri — e il Comune ‘prenota’ alle ferrovie un check-up della strada, che convive ormai da mesi con i danni del cantiere Tav e vuol capire cos’è successo davvero, dall’inizio dei lavori. La verifica, chiesta da un anno, si farà nei prossimi giorni. La decisione arriva in serata, dopo un vertice tra Rfi, Comune e Hera. Assomiglia a un lungo elenco di cose da pagare. E quasi quasi il caso del giorno, un crollo di mattoni dalla parete della fognatura, sembra il problema più banale. «Crepe negli edifici, pavimenti delle cantine sollevati, pezzi di intonaco crollato», è l’elenco di Claudio Mazzanti, presidente del Navile. Tutto questo è noto da tempo. La novità è che ora le ferrovie hanno deciso di anticipare una verifica che si fa di solito alla fine dei lavori. Un confronto tra il prima e il dopo. La pressione dei residenti ha fatto breccia. Serafino D’Onofrio, consigliere del Cantiere, paladino della protesta, direbbe che hanno fatto breccia anche le pressioni della sinistra radicale.
FINISCE così una giornata d’alta tensione. Che era iniziata la sera precedente, con la chiusura della strada decisa dai vigili del fuoco. Motivo: è crollato un pezzo di parete nella fognatura, tre metri sotto l’asfalto. Incidente dovuto alle infiltrazioni di cemento per la posa dei tiranti, nei lavori della stazione sotterranea ad alta velocità. Hera se n’è accorta lunedì pomeriggio, la chiusura martedì sera. Ieri si sono precipitati in tanti nella strada dietro la stazione. Telecamere e fotografi cercavano la voragine — che non c’è — accolti invece dalla rabbia e dalla preoccupazione dei residenti. «Fase tormentata», riconosce Maurizio Zamboni. L’assessore al Traffico in mattinata ha incontrato i cittadini sul cantiere della strada chiusa. Colonna sonora l’autospurgo — ormai una presenza abituale, qui — con i tecnici di Hera impegnati a ispezionare le fogne con un video, piazzato su un furgone.
MA AVVIARE la verifica vuol dire che i danni saranno pagati prima? «Non posso rispondere su questo, non spetta a me», è prudente Zamboni. Soddisfatto per l’accordo: monitoraggio costante sui lavori, vuol dire sulla posa dei 36 tiranti che ancora restano — ormai siamo agli sgoccioli, ne hanno ‘piantati’ più di mille — ma anche su tutti gli altri interventi. Quindi non si ripeteranno mai più problemi come quelli appena capitati? «Non ho queste capacità divinatorie», non è proprio rassicurante Zamboni. Che non considera così banale il crollo nelle fognature. «E’ da maggio che si verificano incidenti — riepiloga —. Non li possiamo considerare episodi isolati. Per questo è stato necessario imporre un nuovo metodo». In mattinata aveva detto: «O si cambia o si bloccano i lavori».
DOMANDA: era proprio necessario soffrire così? «Secondo me no — non ha dubbi Zamboni —. C’è una responsabilità, che oggi non voglio ripartire, tra ditta e stazione appaltante. Ma non si può non prendere atto che questo intervento ha creato problemi molto seri che potevano e dovevano essere evitati». Nelle prossime due settimane Hera sistemerà in via provvisoria la rete fognaria. Alla fine dell’intervento sarà tolta la protezione che ancora delimita l’area del crollo sotterraneo. I lavori definitivi dopo l’inverno. Ma la strada sarà chiusa un’altra volta? «Resterà almeno una corsia per il traffico, questa è la previsione, anche se è prematuro parlarne», conclude l’assessore.

di Rita Bartolomei
http://ilrestodelcarlino.quotidiano.net/bologna/2007/11/23/48484-carracci_sprofonda.shtml
"

Postato il Friday, 23 November @ 22:44:48 CET di
 
Links Correlati
· Inoltre Notizie dalle altre tratte
· News by notavsuper


Articolo più letto relativo a Notizie dalle altre tratte:
Domenica a Susa

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

"Via Carracci sprofonda. I residenti: -Ora basta-" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.11 Secondi

Theme by Dezina