------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

Casel Casel

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
Appalti in Piemonte: chiesto giudizio per 17 persone

dai media

Appalti in Piemonte: chiesto giudizio per 17 persone - Coinvolti ex viceministro Martinat e imprenditore Gavio
(ANSA) - TORINO,15 MAG - Riguardera' 17 persone l'udienza preliminare, a giugno a Torino, per presunte irregolarita' sull'assegnazione di appalti per opere stradali. Coinvolti anche l'ex viceministro alle infrastrutture Ugo Martinat (An) e il noto imprenditore Marcellino Gavio, di Tortona. 



L'inchiesta riguarda l'attivita' di responsabili o ex responsabili di aziende come la Ltf, l'Agenzia Torino 2006, la Sitaf, l'Ares, l'Anas e altre. I reati ipotizzati sono turbativa d'asta, abuso, rivelazione di segreti d'ufficio.  
ansa - 15 maggio 2007 h 14:30

Postato il Saturday, 19 May @ 11:50:24 CEST di
 
Links Correlati
· Inoltre dai media
· News by notavsuper


Articolo più letto relativo a dai media:
Domenica a Susa

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

"Appalti in Piemonte: chiesto giudizio per 17 persone" | Login/Crea Account | 2 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

PER RINFRESCARE LA MEMORIA (Voto: 1)
di bifidus il Saturday, 19 May @ 17:17:36 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
http://www.diario.it/home_diario.php?page=cn05120201

L'inchiesta vecchio stile/1
Noi della Valsusa? Siamo fuori dal tunnel
Altro che egoisti e localisti. Vivono da vent’anni in un grande cantiere. E ora hanno detto basta. Perché la nuova linea ferroviaria non serve. Perché temono l’amianto degli scavi. Perché sanno che i lavori stanno aprendo una nuova Tangentopoli, con vecchi protagonisti
di Gianni Barbacetto

da Diario del 25 novembre 2005



LA CUPOLA DI MARTINAT (Voto: 1)
di bifidus il Saturday, 19 May @ 17:25:01 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Quindici le persone coinvolte nello scandalo e la procura delinea un "cartello" politico-affaristico
Con lui inquisiti Gavio, Arcidiacono e i vertici di Ltf
di Alberto Custodero e Paolo Griseri da Repubblica del 4/5/2005

Quindici indagati e una vera e propria rete di appoggi nelle società chiave dei lavori pubblici piemontesi. Dalle carte dell´inchiesta su Ugo Martinat emerge il coinvolgimento dei vertici della Lyon-Turin Ferroviaire, la società costituita dai governi italiano e francese per costruire la galleria di 54 chilometri della linea ad alta velocità in val di Susa. Ma emergono anche rapporti con la Sitaf, le società del costruttore Marcellino Gavio e l´Anas. Tutti accusati dai pm Toso, Parodi e Saluzzo di turbativa d´asta e abuso d´ufficio.

Il primo capitolo delle indagini riguarda la Torino-Lione e vede coinvolti i vertici della Lyon-Turin, la Ltf. Insieme a Martinat avrebbero turbato l´appalto per la costruzione del cunicolo di Venaus il direttore generale della società, Paolo Comastri e il responsabile della direzione costruzioni, Walter Benedetto. Il viceministro di An, secondo le accuse, avrebbe convinto Benedetto a favorire l´amico Vicenzo Procopio che intendeva aggiudicarsi la gara. Per raggiungere l´obiettivo Benedetto avrebbe rinviato la scadenza della consegna delle offerte. Procopio si attivò per allearsi con Metropolitana Milanese. Ma il progetto degli amici di Martinat rischiò di fallire perché all´interno di Ltf altri esponenti della commissione avrebbero favorito una società concorrente, Geodata. A luglio 2004, quando si interrompono le intercettazioni telefoniche, Geodata stava per vincere la gara. Il tentativo di turbativa messo in atto da Martinat, Benedetto e Comastri era però già consumato.

Non meno gravi le accuse rivolte a Martinat nel secondo episodio, quello che coinvolge direttamente l´Agenzia Torino 2006 diretta da Domenico Arcidiacono. Curiosamente l´Agenzia per le opere olimpiche ha sede sullo stesso pianerottolo della Ltf, in Galleria San Federico. La vicenda è quella dell´appalto per la cosiddetta variante di Avigliana. In questo caso i vertici dell´Agenzia di Arcidiacono e dell´Anas avrebbero convinto Martinat a delegare alla Sitaf («società di cui Marcellino Gavio è da considerarsi il dominus») la funzione di stazione appaltante con la possibilità di assegnarsi i lavori senza gara. In questo caso Martinat è accusato di abuso d´ufficio per aver violato la legge nazionale 285, che istituisce l´Agenzia, e la legge regionale 44 che trasferisce alla Regione la competenza su alcune strade statali tra cui quella di Avigliana.

Più semplice la vicenda della variante Cossato-Vallemosso-Mottalciata nel Biellese. In questo caso la coppia Martinat-Procopio avrebbe ottenuto dal direttore generale dell´Agenzia regionale delle strade (Ares), Nicola Chiatante, alcuni utili consigli su come aggiudicarsi la gara per la direzione lavori. Gara da 4 milioni di euro che Vincenzo Procopio vinse puntualmente.

L´inchiesta potrebbe riservare nuove sorprese. Nelle intercettazioni telefoniche della Dia si fa infatti riferimento, sempre a riguardo delle gare d´appalto per la Torino-Lione, allo società Rocksoil della famiglia Lunardi che avrebbe ottenuto dalla francese Eiffage una consulenza per la progettazione della galleria da 54 chilometri. In base all´accordo tra Roma e Parigi i costi della galleria verrebbero coperti per i due terzi dal governo Berlusconi in cui Lunardi è ministro delle Infrastrutture.

(da No TAV Torino)

http://www.notavtorino.org/documenti/avviso-martin2.htm





I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.35 Secondi

Theme by Dezina