------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

Caparezza Caparezza - La Grande Opera

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
TAV Roma-Napoli: archeologi ora costretti a cambiare lavoro

Notizie dalle altre tratte facocero ha scritto
"

21/12/2005 - 12:02
TAV: ROMA-NAPOLI; ARCHEOLOGI, ORA COSTRETTI A CAMBIARE LAVORO
(AGE) NAPOLI - Gli archeologi impegnati sui cantieri della linea ad Alta Velocità Roma-Napoli, provenienti da tutta Italia, "hanno dato in questi anni un importante contributo al Paese, garantendo, con comportamento responsabile, la compatibilità della tutela dell'immenso patrimonio archeologico italiano con la realizzazione di questa grande opera". Lo sottolinea Tsao Cevoli, presidente dell'associazione nazionale Archeologi che denuncia: "abbiamo lavorato per 900 euro al mese tra topi, zecche e rifiuti tossici ed ora siamo relegati alla condizione di 'archeologi abusivi', costretti a cambiare lavoro".



Il presidente dell'associazione evidenzia che "le importanti scoperte archeologiche fatte tra Lazio e Campania hanno svelato aspetti finora ignoti della storia di queste regioni e prodotto, fra l'altro, un notevole ritorno d'immagine per la committenza dell'opera". "Ma non si deve dimenticare - aggiunge - che gli archeologi, insieme agli operai, hanno operato in condizioni ambientali e lavorative estreme, sia su campo, tra amianto e rifiuti tossici, con turni da 9 a 12 ore al giorno per 5/6 giorni a settimana e guadagnando mediamente intorno ai 900 euro al mese, sia in fatiscenti strutture di lamina destinate a depositi per i reperti archeologici: strutture prefabbricate in lamiera, prive dei requisiti minimi per un ambiente di lavoro, senza riscaldamento e ventilazione, fredde d'inverno e roventi d'estate, spesso infestate da topi e zecche". Secondo Cevoli "questi archeologi oggi vanno a casa senza aver ottenuto nessun riconoscimento giuridico per la professione di archeologo, che in Italia continua ad essere priva di ogni tutela legislativa: senza né un albo, né un ordine professionale, né un tariffario di riferimento, senza i più elementari diritti sindacali". "La nuova legge sull'Archeologia preventiva recentemente approvata rischia di aggravare ulteriormente la situazione - secondo Cevoli - ponendo ristretti vincoli accademici alla definizione di 'archeologo'; di fatto questa legge, che non prende per nulla in considerazione l'esperienza professionale maturata su campo, relega la maggior parte di noi archeologi laureati alla paradossale condizione di 'archeologi abusivi', costringendoci a cambiare lavoro". (AGE) RED-CENT

link: http://www.agenews.it/notizia.php?c=3&in=32613

"

Postato il Wednesday, 21 December @ 13:45:08 CET di
 
Links Correlati
· Inoltre Notizie dalle altre tratte
· News by notavsuper


Articolo più letto relativo a Notizie dalle altre tratte:
Domenica a Susa

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

"TAV Roma-Napoli: archeologi ora costretti a cambiare lavoro" | Login/Crea Account | 2 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: TAV Roma-Napoli: archeologi ora costretti a cambiare lavoro (Voto: 1)
di AnarchiciReggioCalabria il Wednesday, 21 December @ 14:09:27 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)

C'è anche un altro modo per collegare ferrovie e archeologia, nella città di Reggio Calabria, durante i lavori per la stazione lido è stata ritrovata una città sotterranea. La soluzione? Una mega colata di cemento!

Saluti Libertari




Re: TAV Roma-Napoli: archeologi ora costretti a cambiare lavoro (Voto: 1)
di Francesca82 (francesca_marzo@hotmail.com) il Wednesday, 21 December @ 14:51:38 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio | Journal)

Il cemento è la soluzione più "rapida" a simili problemi...

A Susa hanno adottato un altro metodo:

Susa, città centenaria che ha subito più volte inondazioni, è praticamente una cittadina "a strati".

Sono iniziati i lavori per il rifacimento di Piazza Savoia (quella in cui si svolgeva il mercato, di fronte alle scuole) ed è stato trovato un enorma completto... nessun reperto, solo mura... non so chi, ma penso proprio la Giunta Comunale stessa ha deliberato che i lavori continuassero e che, invece di ricoprire il tutto, si utilizzassero delle lastre di vetro che resistano al peso delle macchine e garantiscano la visibilità di un reperto molto significativo.

Non tutti siamo uguali, per fortuna ^_^





I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.12 Secondi

Theme by Dezina