------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

30 30 dicembre 2008 - Virano si dimette

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
Centro informativo sulla Torino Lione

Dalla Regione Piemonte ombretta ha scritto
"

A Porta Nuova il Centro informativo sulla Torino-Lione
La stazione di Porta Nuova ospita il Centro informativo sulla Torino-Lione, che RFI e LTF, le due società incaricate di realizzare l'opera nelle tratte italiana e fransfrontaliera, hanno predisposto con il sostegno della Regione Piemonte.



Si tratta di un grande "open space" di 200 mq, delimitato da materiale plastico trasparente, con il quale si vuole permettere al visitatore di rendersi davvero conto delle motivazioni che stanno alla base della volontà di realizzare il collegamento - riduzione dell'inquinamento acustico ed atmosferico derivante dallo spostamento di una considerevole quantità di merci dalla strada al treno, ricadute positive sul tessuto produttivo locale, aumento dell'occupazione, più corse giornaliere per studenti e lavoratori, soppressone di passaggi a livello, nuovi parcheggi - e delle modalità scelte per condurre i lavori nella salvaguardia del territorio e della salute della popolazione.

Per ottenere questi obiettivi è stata scelta una scenografia attraente e ricca di installazioni interattive e multimediali:

pannelli che illustrano le ragioni del progetto all'interno di un contesto europeo sempre più legato ad uno sviluppo basato sulle grandi direttrici di comunicazione veloce e che descrivono il tracciato e le tecnologie che verranno utilizzate;
filmati sull'autostrada ferroviaria, sui quattro grandi tunnel in costruzione in Europa e sulle tecniche di scavo;
un grande plastico che permette di scoprire l'architettura globale del futuro tunnel di base e un ampio spaccato geologico animato per tutta la lunghezza della sezione transfrontaliera della Torino-Lione;
un'imponente ricostruzione (9 metri di lunghezza per 3 di altezza) di una galleria di ricognizione - prodotta per consentire al visitatore di entrarvi di persona e rendersi conto da vicino di cosa si tratta realmente, tanto che le pareti sono rivestite con il materiale di consolidamento dei tunnel - al cui interno viene proiettato a ciclo continuo un video che illustra le operazioni di scavo in galleria, come se il visitatore si trovasse sul posto nel momento in cui vengono fatte esplodere le cariche e messe in azione le macchine.
Infine, viene presentato uno spettacolare video, girato utilizzando un software innovativo, che fa compiere un volo sulla valle di Susa lungo il percorso della nuova linea.

Al Centro lavora un team di 7 operatori che ha ricevuto un'attenta formazione e che è quindi in grado di rispondere ai quesiti dei cittadini.
Il Centro - ideato, realizzato e gestito da "GRM Comunicare la città e il territorio" - è nato sull'esempio di quello già aperto poco tempo fa a Modane, ma con in più degli approfondimenti specifici sulla tratta italiana. E' comunque uno spazio sempre in movimento, perché è stato ideato con una struttura modulare che rende possibile aggiungere nuovi studi, nuovi focus, nuovi plastici. Non sarà però l'unico dedicato alla nuova linea veloce: è infatti allo studio una versione, ancora più ampia, da allestire a Bussoleno, nei pressi del Museo dell'attraversamento ferroviario delle Alpi.

"In questo spazio - sostiene la presidente Mercedes Bresso - trovano risposta tutti gli interrogativi su un'opera tanto importante quanto complessa e viene fornito un contributo essenziale per fare chiarezza e aiutarci a comprendere il valore e l'importanza della Torino-Lione. Con il procedere dei lavori sarà arricchito di nuovi materiali che ne illustreranno il cammino e sarà migliorata la parte storica, sfruttando in parte il materiale del Museo dell'attraversamento ferroviario delle Alpi di Bussoleno. In particolare, sarà interessante rendere conto di quanto accadde a fine Ottocento in occasione dello scavo del primo tunnel ferroviario sotto il Moncenisio. Anche allora ci fu un ampio dibattito, sorprendentemente simile a quello attuale".

Orari
Dal lunedì al venerdì ore 8-11 e 16-19
Sabato e domenica ore 10-17.

(ANSA) - TORINO, 20 DICEMBRE
In presenza di un ingente dispiegamento di polizia e di un piccolo gruppo di contestatori, la presidente della Regione Piemonte Mercedes Bresso e l'amministratore delegato di Rfi Mauro Moretti hanno inaugurato oggi nell'atrio della stazione ferroviaria di Porta Nuova a Torino un punto informativo sulla Torino-Lione. Assenti i sindaci, che non sono stati invitati e se ne sono lamentati con alcune telefonate ai giornalisti. La scelta di aprire l' infopoint nel capoluogo piemontese anziché in Valle di Susa, ha sottolineato Bresso, è stata fatta per evitare che l'iniziativa potesse essere interpretata come una provocazione dalla popolazione locale. La Regione intende, però, realizzare un secondo punto informativo più ampio di quello torinese a Bussoleno la prossima primavera. La sede sarà quella del 'Museo dell' attraversamento ferroviario delle Alpi', attualmente dedicato alla storia del traforo ferroviario del Moncenisio, primo grande tunnel transalpino fatto realizzare per volere di Cavour. In uno spazio di circa 200 metri quadrati, delimitato da grandi pannelli di plexiglas trasparente, i visitatori troveranno monitor interattivi, un plastico e molti grandi pannelli. C'è anche la ricostruzione in scala di un tratto della galleria di Venaus, all'interno della quale il pubblico potrà entrare per rendersi conto dell'opera. Le pareti sono state rivestite con lo stesso materiale che sara' utilizzato per realizzare la galleria vera. Sul fondo viene proiettato a ciclo continuo un video che illustra le operazioni di scavo in galleria, come se il visitatore si trovasse sul posto nel momento in cui vengono fatte esplodere le cariche e messe in azione le macchine di scavo. All'improvviso però la visione si apre, e il pubblico si ritrova virtualmente a bordo di un elicottero che sorvola la Valle di Susa lungo il tracciato della futura linea ferroviaria. ''I pannelli arrivano fino al 1980, anno dell' entrata in funzione del tunnel autostradale del Frejus, e fissano il 2020 come data di apertura della futura Torino-Lione. Le ragioni del progetto,illustrate dal materiale informativo, sono state riassunte da Moretti. L'opera ridurrà l'inquinamento atmosferico di un volume pari a 360 tonnellate di gas nocivi al giorno. Taglierà infatti drasticamente il trasporto delle merci su strada, che attualmente è pari ai tre quarti del traffico merci transfrontaliero complessivo, e che si è moltiplicato per undici volte negli ultimi 25 anni. La linea sarà a doppia canna, in modo da poter trasportare merci pericolose senza dover interrompere completamente la circolazione delle persone lungo il percorso (fatto che avverrebbe invece con la linea storica). Il tracciato è stato studiato appositamente per il trasporto delle merci, quindi con un dislivello medio molto piccolo (12 per mille) e caratteristiche tali da poter trasportare con un solo locomotore circa duemila tonnellate di merci, contro i tre locomotori (due davanti più uno di spinta dietro) necessari per trasportarne 400 tonnellate utilizzando la linea attuale. (ANSA).

Galleria immagini del centro informativo ››
http://www.regione.piemonte.it/torinolione/comunicati/portanuova_foto.htm

Torino 20 dicembre 2005


E' un po' di tempo che non vado a Porta Nuova, penso di andarci presto, organizziamo una gita di gruppo??

Ombretta

"

Postato il Wednesday, 21 December @ 11:03:49 CET di
 
Links Correlati
· Inoltre Dalla Regione Piemonte
· News by notavsuper


Articolo più letto relativo a Dalla Regione Piemonte:
Domenica a Susa

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

"Centro informativo sulla Torino Lione" | Login/Crea Account | 11 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Centro informativo sulla Torino Lione (Voto: 1)
di maximos il Wednesday, 21 December @ 17:02:00 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)

Io vado spessissimo con un gruppo di amici che si chiama AMICI DI LAZZARO, a cercare ed aiutare senza-tetto di TORINO P. NUOVA, PTA SUSA, LINGOTTO, e vedere lo spreco di soldi di ogni cosa mi fa veramente schifo. Si potrebbero impegnare somme per cose e persone, senza doverle per forza sprecare.

 

NO TAV ma TRENI MIGLIORI

 

Buona serata.




Re: Centro informativo sulla Torino Lione (Voto: 1)
di casimiro il Wednesday, 21 December @ 21:37:43 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Sono stato questa mattina in visita alla nefanda opera di propaganda e disinformazione pagata con i soldi pubblici... il popolo bue deve essere nell'ignoranza: è uno dei tanti assiomi condivisi da Prodi e Berlusconi, che ricordo che hanno rispettivamente iniziato e portato a termine la demolizione della scuola italiana. Tornando all'oggetto della discussione, che non ho comunque avuto tempo di esaminare come di deve, i cui pannelli sostengono delle baggianate senza senso come l'aumento del valore degli immobili dei valsusini, la totale assenza di radioattività nell'Ambin e la limitatezza dell'amianto a rarissime fibre millimetriche, che verrebbero comunque risucchiate all'origine dai filtri della talpa. Ma la nota principale, che, al di là di quelli che possono essere dettagli alla vista di chi non è coinvolto (ma restano gravissime falsità) è relativa all'impatto che l'opera sembra avere sulla valle guardando i pannelli. A parte il viadotto di Venaus, nelle simulazioni perfettamente integrato nell'ambiente, ed un breve tratto nella piana di Bruzolo, si evince che il tracciato è quasi completamente in galleria, con impatti pressochè nulli sulla valle. Non ho visto un accenno nelle mirabolanti cartine alle finestre di accesso alle gallerie, che pur fanno parte dell'opera definitiva, e neppure ai depositi di smarino, che pue ci beccheremmo per sempre. Ovviamente nessun cenno ai devastanti cantieri che distruggerebbero il suolo dissodato nei secoli dai nostri avi. Questi ultimi verrebbero però, c'è da dire, perfettamente smantellati, come per esempio è avvenuto per quello della Sitaf a Venaus o per quello della SS24 tra Oulx e Cesana alla Moretta, che giacciono abbandonati a perenne monito per il futuro... Questa è la cosa più grave, al di là dei pur importantissimi aspetti amianto ed uranio: che l'opera è presentata come un buco ben integrato nell'ambiente, non per la devastazione quale è... (anche a detta della Bresso versione 2000.1) Insomma: DISinformazione e propaganda pagata da tutti, spacciata per INFORMAZIONE. Nota graziosa: un adesivo "16 novembre NO TAV - io c'ero" sul pannello più vicino al lato v.Sacchi. Passando alle considerazioni generali, secondo me, dopo le botte di Venaus, per l'approssimarsi delle olimpiadi e delle elezioni la strategia è cambiata radicalmente. Ora, pur rimanendo vitale mantener viva la mobilitazione, la lotta si gioca tutta sul consenso che noi (e loro) riusciremo a capitalizzare, per poterlo spendere durante le elezioni e con il nuovo governo (per inciso oggi ho avvistato anche le prime due bandiere NO TAV a Torino). Ben venga dunque la chiamata di Prodi a Ferrentino, non perchè ci sia granchè di buono da aspettarsi da lui, ma perchè è sintomo che il movimento comincia ad avere peso politico. Io resto convinto che ci vorrebbero una o due persone che costituiscano un ufficio stampa e si occupino professionalmente solo della comunicazione: di osservare ciò che passa sui media, di studiare tecniche di comunicazione efficaci, e di diramare dispacci a giornali ed agenzie, naturalmente restanto i contenuti della comunicazione decisi dal movimento. I vantaggi sarebbero innanzitutto nello studio di una strategia di comunicazione e nel mettere a disposizione degli organi di stampa delle figure di riferimento per riportare tra l'altro le dichiarazioni di amministratori e comitati. Per esempio il comunicato del governo, che è passato per oro colato su tutti i mezzi di stampa ("le parti hanno convenuto che...") avrebbe avuto necessità di una secca e soprattutto repentina smentita ufficiale da diramare a *tutti* gli organi di stampa nazionali ed esteri: se anche solo un mezzo di informazione principale l'avesse riportata tutti gli altri sarebbero stati costretti a tenerne conto. Ci vuole qualcuno che, quando Ferrentino ha detto "non abbiamo firmato un bel niente" passi le ore al telefono con dei contatti con i mezzi di informazione e dirami la notizia a 360°. Per gli stessi giornalisti avere un punto di riferimento che li possa indirizzare sarebbe vantaggioso, il tutto ad integrazio

Leggi il resto di questo commento...



Re: Centro informativo sulla Torino Lione (Voto: 1)
di Francesca82 il Wednesday, 21 December @ 11:06:52 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio | Journal)

Io sono disponibile per la gita fuori porta ^_^

Qualcuno ieri proponeva di portare sacchi di farina, di spargerli e mettere un cartello "Mancava solo l'amianto!"

SARA' DURAAA!




Re: Centro informativo sulla Torino Lione (Voto: 1)
di Cris il Wednesday, 21 December @ 11:17:12 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)

Togliere passaggi a livello????? Ma dove? Qualcuno sa se sul video sono anch eriportate le montagne di smarino?

COMUNQUE MENTRE IERI mORETTI FACEVA IL BUFFONE DELLE PERSONE RICHIAVANO LA VITA SUI TRENI....




Re: Centro informativo sulla Torino Lione (Voto: 1)
di mbasic il Wednesday, 21 December @ 11:36:21 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)

poveri i miei soldi, dove vanno a finire.........sbaglio o di madama b. non è passato nulla al tg3 regionale ieri sera? Non è che si sono dimenticati di intervistarla.....




Re: Centro informativo sulla Torino Lione (Voto: 1)
di gf il Wednesday, 21 December @ 11:39:33 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)
Facciano pure tutti i centri informativi che vogliono perchè tanto i valsusini sono convinti delle loro ragioni e mi sembra che sotto sotto la gente delle Valle è sempre più arrabbiata... Ne facciano anche due di centri informativi a Bussoleno perchè tanto la storia non cambia... anzi, ci faremo due risate in più!
Madama Bresso, vieni in Valle a vedere che cosa hai fatto... vieni e vedrai che NOI SIAMO VALSUSINI, non siamo stupidi burattini montanari che si fanno manovrare come credi!
Madama Bresso vergognati e cerca di fare chiarezza nella tua testolina perchè hai le idee confuse... ma come, prima dici una cosa e poi ne sostieni un'altra?? ... e mentre spolveri la tua perversa mente, ti ricordo che i valsusini aspettano la prossima invasione dei briganti in divisa e sono sicuri che ciò avverrà dopo le Olimpiadi.....



Re: Centro informativo sulla Torino Lione (Voto: 1)
di actarus64 il Wednesday, 21 December @ 11:59:07 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio | Journal)

Per Cris, dovresti conoscermi, io ho visto il filmato ieri prima dell'apertura ufficiale e ti assicuro che non si vede assolutamente nulla dello smarino e dei centri di raccolta... non ho visto i pannelli ma non si parla assolutamente del problema... hai letto questo post è molto interessante Bresso contro Bresso madama non conosce quanto è gia stato relazionato anche sul sito della Regione Piemonte.

Ciao sempre NOTAV... a proposito perchè non andare al punto informativo ben documentati e chiedere informazioni sulla destinazione dello smarino.....




Re: Centro informativo sulla Torino Lione (Voto: 1)
di faunista il Wednesday, 21 December @ 11:59:18 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)

Traffico transfrontaliero moltiplicato 11 volte in 25 anni? Qualcuno mi potrebbe aiutare a recuperare questo dato da qualche parte? E per quanto riguarda la sola Valsusa perchè Moretti non ha fornito cifre?




Re: Centro informativo sulla Torino Lione (Voto: 1)
di bike il Wednesday, 21 December @ 12:09:06 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)

io sono disponibile per la gita a porta nuova

quando volete !!!!!!!!

 




Re: Centro informativo sulla Torino Lione (Voto: 1)
di emilio_bert il Wednesday, 21 December @ 12:12:02 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)

faccio parte degli Amici di Beppe Grillo di torino: e sono naturalmente accanito NOTAV. Sul sito http://beppegrillo.meetup.com/13/ c'è un gruppo che si occupa di NOTAV e si pensa anche ad un'azione per IL CENTRO INFORMATIVO DI PORTA NUOVA. Parliamoci....





I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.26 Secondi

Theme by Dezina