------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

5 5 dicembre 2008 - TGR h.19

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
Animali ed esseri umani: violenza e nonviolenza. Caso Borghezio

Parlano i nostri utenti DomenicoSchietti ha scritto
"

Siccome in natura regna la violenza e l'essere umano fa parte della natura, anche fra gli esseri umani domina la violenza.
Sia gli animali che gli esseri umani si sono dati forme di vita sociale. Siamo animali di branco. All'interno del branco domina in genere il più violento e a patire sono i più deboli.
(segue articolone)



Finchè i branchi sono di poche centinaia di individui la violenza è "limitata". Quando i branchi diventano di dimensioni più grandi spesso cominciano a svilupparsi furibonde lotte per la leadership, il possesso dei territori migliori e delle femmine in calore.

Gli esseri umani col passare dei secoli hanno dato vita a forme di organizzazione sociale sempre più complesse ed hanno cercato attraverso leggi scritte ed orali di regolamentare la violenza attraverso la giustizia.

Per esercitare la violenza bisogna quindi che sia giustificabile attraverso delle leggi. Nasce quindi la violenza legale e quella no.

Se un celerino picchia un manifestante è sicuramente violenza, ma è legale e quindi in genere non viene punita. Invece se un manifestante picchia un celerino è illegale e quindi perseguibile penalmente.

Se una persona tiene segregata in casa sua un'altra persona per 30 anni è reato. Invece se una persona viene tenuta per 30 anni in galera non è reato. E' legale. E' applicazione della legge.

Siccome gli esseri umani sono primat (scimmie) ed amano scimmiottare gli altri, più o meno in tutto il mondo, ogni branco si è arrogato il diritto di esercitare la violenza sugli altri in base ad una propria scala valori.

Chi trasgredisce le leggi del branco può essere punito e l'atto della punizione viene premiato dagli altri appartenenti del branco affidando ruoli di privilegio agli esecutori ed ai mandanti della violenza legale.

Ovviamente ciò che è legale, "giusto", all'interno di un branco è spesso illegale, "ingiusto", all'interno di un altro branco.

Avviene così per esempio che per Borghezio non è giustificabile che i suoi nemici lo picchino su di un treno e quindi ovviamente desidera che siano puniti i suoi aggressori.

Avviene anche che per i nemici di Borghezio sia illegale provocare e discriminare come fa Borghezio e quindi ritengano un atto di giustizia riempirlo di calci in faccia.

Così accade che per giustificare la violenza si ricorra addirittura ai massimi sistemi:sia per Bin Laden che per Bush, è Dio stesso ad aver conferito l'autorità di punire con la guerra, i bombardamentoi e gli attentati i propri nemici. E' illegale solo la violenza degli altri, mai la propria!

Anche per il Papa, anche per il nostro famoso "unto del signore" di Arcore, anche per Fidel Castro, anche per Prodi, anche per Cofferati, Fini, Bresso e purtroppo anche per molti NOTAV (per esempio Borghezio ed i suoi aggressori)

Quindi non c'è nessuna sostanziale differenza tra animali ed esseri umani?

Si potrebbe azzardare che in prossimo futuro ciò che potrebbe contraddistinguere un animale da un essere umano sia la nonviolenza?

La nonviolenza si impara. Un famoso principio della nonviolenza universalmente riconosciuto dice: prima di far del male a qualcuno conta fino a 23miliardi 980milioni 765mila 453.

Peccato che spesso a scuola si insegni la violenza. Ovviamente a commetterla solo dal punto di vista legale. Ma quello di chi?


Domenico Schietti
Un Mondo a Misura di Bambino

"

Postato il Tuesday, 20 December @ 23:15:21 CET di
 
Links Correlati
· Inoltre Parlano i nostri utenti
· News by notavsuper


Articolo più letto relativo a Parlano i nostri utenti:
Domenica a Susa

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

"Animali ed esseri umani: violenza e nonviolenza. Caso Borghezio" | Login/Crea Account | 4 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Animali ed esseri umani: violenza e nonviolenza. Caso Borghezio (Voto: 1)
di vipera63 il Tuesday, 20 December @ 23:20:22 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio)

  io non insegno la violenza a scuola

VIP




Re: Animali ed esseri umani: violenza e nonviolenza. Caso Borghezio (Voto: 1)
di DomenicoSchietti il Tuesday, 20 December @ 23:28:39 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio | Journal)
Brava. Però non c'è solo la violenza fisica, ma anche quella economica, ambientale, psicolgica, politica, razziale, sessuale,.... Ad insegnare la nonviolenza bisogna per forza insegnare anche a trasgredire le leggi. Un signore a Milano alle Cave di Baggio andò con il suo bambino. Il bambino si avvicinò all'acqua e vi cadde dentro proprio vicino ad un cartello che diceva: divieto di balneazione. Il padre rimase indeciso,non aveva imparato a trasgrdire le leggi e il cartello lo frenò per alcuni minuti. Quando si buttà in acqua purtroppo il suo bambno era ormai annegato. Tu insegni a trasgredire?




I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.19 Secondi

Theme by Dezina