------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

Il Il processo dell'acqua

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
TAV, L'ALTO PREZZO DEL BIGLIETTO -Il Manifesto 9dic.2005

Parole scolpite nella pietra myx ha scritto
"

[...]Le risultanze dei controlli della Corte dei Conti,il report di Fs e l'audizione del Presidente di Ispa dimostrano chiaramente l'insostenibilità del progetto TAV come oggi articolato:tutti sanno che l'onere sarà rilevatissimo pe rla finanza pubblica in un paese che da almeno 20 anni non cresce più, che ha azzerato l'avanzo primario e invertito il sentiero virtuoso della decrescita del debito in rapporto al Pil.
La politica smetta di assumere su questo argomento posizioni degne di uno struzzo e si attivi con coraggio affinchè prevalga la ragionevolezza e l'interesse pubblico generale.[...]
In Europa noi italiani ci siamo già,con sette valichi(Ventimiglia, Frejus,Sempione, Gottardo,Brennero,Tarvisio e Villa Opicina) ma ci accetteranno davvero quando modificheremo ciò che consente patti di sindacato,scatole cinesi,piramidi societarie e crediti d'imposta abnormi.
Questi sono i limiti allo sviluppo e non saranno le linee ferroviarie finanziate con debito pubblico futuro e chiamate impropriamente reti a farci stare con pari dignità in Europa e convincere gli investitori esteri a venire nel nostro paese.
Erasmo Venosi
Assessore all'alta velocità e membro del comitato scientifico della Conferenza permanente di Sindaci del nord-est

"

Postato il Friday, 09 December @ 19:22:44 CET di
 
Links Correlati
· Inoltre Parole scolpite nella pietra
· News by notavsuper


Articolo più letto relativo a Parole scolpite nella pietra:
Domenica a Susa

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

"TAV, L'ALTO PREZZO DEL BIGLIETTO -Il Manifesto 9dic.2005" | Login/Crea Account | 2 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: TAV, L'ALTO PREZZO DEL BIGLIETTO -Il Manifesto 9dic.2005 (Voto: 1)
di DomenicoSchietti il Friday, 09 December @ 19:29:23 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio | Journal)
questo è un dato importantissimo, perchè il governo berlusconi ha fatto lo steso gioco di craxi, fare indebitare lo stato con banche e capitalisti, poi alzare i tassi di interesse sul denaro e vivere sugli interessi del debito pubblico. E' il motivo vero per cui viene ancora divinazzto il governo Reagan. Hanno fatto così in tutto il mondo. Ci sono paesi che hanno ripagato anche venti volte il loro debito attraverso gli interessi ed adesso sembra che il Dio Money li abbia perdonati condonandogli il debito. Anche noi italiani quando i bot sono schizzati oltre il 10% abbiamo pagato tre volte il debito contratto da craxi e andreotti e che mai nessuno ha capito a cosa sia servito. Berlusconi (a ruota di Bush) sta facendo lo stesso gioco. Hanno fatto partire i grandi lavori ed adesso stanno cominciando a rialzare il costo del denaro. Adesso il tasso è 2,25.... fra dieci anni se fosse del 10% o del 12% il tunnel verrebbe effettuvamente a costare più di 150milairdi perchè non si riuscirebbe mai a saldare il debito e si continuerebbe a pagare gli interessi.



Re: TAV, L'ALTO PREZZO DEL BIGLIETTO -Il Manifesto 9dic.2005 (Voto: 1)
di DomenicoSchietti il Friday, 09 December @ 19:53:19 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio | Journal)
Il gioco inventato da Reagan (in realtà i gruppi economici che stavano dietro a Reagan) è questo. Far indebitare un paese oltre le sue capacità di restituzione del debito in modo che non potesse mai restituirlo e dovesse pagare per l'eternità gli interessi su quel debito. Se un paese raccoglie tasse per un totlae di 100 ed ha un debito di 500... non potrà mai restituire quel 500 in un botto... e segli interessi su quel 500 che deve sono del 10%, cioè 50... del 100 che raccoglierà in tasse ogni anno 50 dovranno essere versati a pagare gli interessi senza che il debito diminuisca. In Italia a fine anni 90 pagavamo quasi il 40% delle nostre tasse per gli interessi sui debiti. Ora siamo scesi a circa il 15%. (circa...). Cioè il 15% di tute le tasse che paghiamo servono a pagare gli interessi su un debito che nonstaimo estinguendo. Però attenzione, ora paghiamo solo il 15%perchè il tasso del denaro è del 2,25%, ma se salisse di nuovo al 10%.... si tornerebbe a vivere per pagare gli interessi sul debito come negli anni 80 e 90. Inoltre, sembrerebbe che questi soldi con i quali gli stati si indebitano non siano mai utilizzati per progetti che si autoripagano in modo redditizio e possono fruttare (tipo pannelli solari, rinnovamento industriale, microcredito,...)ma per strutture di tipo faraoniche o cattdrali nel deserto. In questo modo i capitalisti (neoliberalisti) ottengono che l'ecoomia non decolli e non ci sia possibilità che venga restitutuito il debito per intero, ma solo gli interessi. Ma oramia siamo giunti agli utlimi alberi dell'isola di Pasqua e la fine sarà per tutti, anche per i grandi sacerdoti del capitalismo mondiale. A meno che....




I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.14 Secondi

Theme by Dezina