------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

TAV: TAV: DISASTRO IDROGEOLOGICO IN VALLE DI SUSA

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
il friuli come la valsusa

Notizie dalle altre tratte r_esiste ha scritto
"

Trieste, 8 dicembre 2005
COMITATO CONTRO IL CORRIDOIO 5:
Friuli Venezia Giulia come la VAL DI SUSA
(e Illy come la Bresso)
Il CCC5 esprime la propria solidarietà alla popolazione della Val di Susa che, con in testa i propri sindaci, sta resistendo in maniera civile alla costruzione della linea ferroviaria ad Alta velocità e condanna i drammatici fatti della scorsa notte.
Se da quelle parti i sindaci sono sempre stati dalla parte dei cittadini da loro rappresentati, dalle nostre parti è bastata una vaga promessa di un tracciato alternativo per il solo Mandamento Monfalconese per zittire la loro voce. Al solo annuncio dello studio per uno spostamento della linea –il 15 dicembre 2003 - il consigliere regionale Gherghetta affermava “non c’è più nulla da rivendicare, nulla contro cui combattere”.



Oggi sappiamo che questo progettino -del quale i cittadini non sono mai stati correttamente informati- sposta soltanto il problema in altri comuni (quando si dice sindrome di Nimby), senza nemmeno affrontare il problema delle gallerie carsiche, equiparabile agli scavi della Val Susa. E' sbalorditivo come questo voltafaccia dei Sindaci del Monfalconese sia coinciso con l’elezione di Illy al governo della Regione, anche se di fatto il problema è rimasto grande come una montagna.

Il CCC5 - coerente con i propri principi – si oppone da sempre ad una linea ferroviaria ad Alta velocità, dal Piemonte a Trieste, per validi motivi economici, tecnici, ambientali e sociali che forse, grazie alla mobilitazione della popolazione della Val di Susa, sono riusciti ad emergere dal silenzio che finora ha avvolto l’intera questione.
Come sostengono i Sindaci ed i rappresentanti delle Comunità Montane della Val Susa, con costi fino a 20 volte inferiori ed in tempi molto più brevi è possibile spostare il traffico merci su ferrovia, ottimizzando le linee esistenti. Vale anche per i nostri territori. Nella nostra Regione ci sono importanti tratti ferroviari a binario unico e privi dei moderni sistemi di sicurezza (ciò significa che siamo potenzialmente a rischio di incidenti, come il disastro ferroviario accaduto sulla linea Bologna-Verona in località Crevalcore). Anziché andare incontro alle necessità dell’utenza modernizzando queste linee, RFI decide di sopprimere linee locali, mentre sui quotidiani regionali si leggono giornalmente le lamentele dei pendolari per i ritardi, le soppressioni di convogli, lo stato di sporcizia e sovraffollamento delle carrozze. La Regione dà una mano a lavoratori e studenti aumentando i prezzi del trasporto pubblico urbano ed extra-urbano.

Invece di affrontare i problemi del trasporto pubblico regionale, il Governatore Illy non trova di meglio che chiedere al Governo Berlusconi – insieme alla collega piemontese Bresso - la nomina di un Commissario per l’intera tratta italiana del Corridoio 5: nemmeno Lunardi era mai arrivato a tanto, invece che coinvolgere le comunità locali i due Presidenti regionali chiedono al Governo centrale di decidere ancor più verticisticamente, azzerando l’autonomia delle Regioni. Questo è indice della debolezza e dell’incapacità dei due Governatori nel far fronte alle civili proteste dei cittadini che essi dovrebbero rappresentare.

La Regione Friuli Venezia Giulia, inoltre, ha approvato la Legge regionale n. 154/2005 in materia urbanistica, anche grazie al voto favorevole di Rifondazione Comunista, che ha “lo scopo di preservare la possibilità di realizzare infrastrutture strategiche ovvero di dotare la Regione di strumenti che ne facilitino la realizzazione”. Questa norma – ribattezzata dai tecnici “Legge Squarcio” – costituisce una delega in bianco all’asse Illy-Berlusconi per la costruzione del Corridoio 5, come è stato scritto da autorevoli fonti come WWF, Italia Nostra, Istituto Nazionale di Urbanistica, ecc.
Ci hanno deluso in particolare i consiglieri regionali della sinistra, che ci hanno fatto credere di essere dalla nostra parte e invece non si sono opposti a questa pessima legge. Nel centro-sinistra l’unico voto contrario alla “Legge
Squarcio” è stato espresso dall’arch. Battellino, mentre Verdi e Comunisti Italiani si sono astenuti. I tre consiglieri di Rifondazione Comunista - in netto contrasto con il loro leader Fausto Bertinotti che si è dichiarato contrario alla TAV – hanno votato a favore!
Grazie dell'attenzione.

Comitato Contro il Corridoio 5 - Comitât Cuintra al Coridôr Sinc - Odbor Proti Petemu Koridoju

http://ccc5.altervista.org
ccc5@email.it

"

Postato il Friday, 09 December @ 19:13:50 CET di
 
Links Correlati
· Inoltre Notizie dalle altre tratte
· News by notavsuper


Articolo più letto relativo a Notizie dalle altre tratte:
Domenica a Susa

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

"il friuli come la valsusa" | Login/Crea Account | 1 commento
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Mancano dati precisi (Voto: 1)
di DomenicoSchietti il Friday, 09 December @ 19:19:01 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio | Journal)
Quanto costa questo tratto della TAV? Quanti anni hanno previsto di impiegare per la costruzione? Quanto costano i progetti alternativi? Quanti km sarebbero previsti in tunnel?




I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.34 Secondi

Theme by Dezina