------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

Accade Accade alla Maddalena

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
Il Giornale del Piemonte - Cronaca

dai media patton ha scritto
"

Tregua armata in valle ma la tensione resta alta
Il movimento No Tav ha superato il quarto giorno di protesta davanti al cantiere di Venaus della Torino - Lione. Dopo le tensione di giovedì sera quando le forze dell’ordine avevano tentato di spostare avanti di qualche metro il confine del cantiere, la notte è trascorsa tranquillamente. A mezzanotte c’erano un migliaio di persone, ma con il passare delle ore il numero dei manifestanti si è ridotto a poche decine. Ma ieri mattina sono arrivati i rinforzi.



Gli oppositori della Tav hanno cominciato a raccogliere legna e a montare tende per ripararsi dalla neve che ha cominciato a scendere intorno alle 10,30. A mezzogiorno, quando la neve è cominciata a cadere copiosa è stata distribuita polenta e formaggio.
In prima fila nella protesta i sindaci della Val di Susa. Loro attendono una risposta anche dal Quirinale dopo aver inviato un telegramma al Capo dello Stato chiedendo di essere ricevuti. «Aspettiamo una risposta da Ciampi, perché la soluzione deve essere presa al più alto livello istituzionale», spiega il primo cittadino di Venaus Nilo Durbiano. «È necessario - aggiunge - trovare una soluzione in tempi rapidi perché così non si può più andare avanti. È finito il tempo degli scherzi è ora che ci mettiamo tutti intorno a un tavolo, la Comunità Europea, il ministero dei Trasporti, la Regione, noi sindaci. Il primo argomento da trattare deve essere quello della salute: serve che esperti super partes, nominati d’accordo tra tutte le istituzioni, affrontino seriamente la questione dell’amianto e dell’uranio presente nelle rocce delle montagne». La tensione si è un po’ allentata: le barricate sulle strada provinciale 251, che passa di fronte al cantiere, sono diventate barriere mobili, con un varco che i manifestanti aprono e chiudono. La decisione è stata presa per consentire il passaggio di mezzi di soccorso, scuolabus e pullman dei lavoratori pendolari. Le nevicata, inoltre, potrebbe rendere difficile il transito sulle strade alternative usate in questi giorni a causa dei blocchi, strade stretti e quindi difficilmente percorribili da tutti i mezzi.
Ieri é intervenuto anche il ministro dell’Interno, Giuseppe Pisanu. Illustrando una relazione presentata in consiglio dei ministri ha detto: «In Val di Susa c’è oggi una miscela preoccupante di legittima protesta popolare, speculazione politica e intrusioni eversive che rischia di esplodere».

"

Postato il Saturday, 03 December @ 16:28:52 CET di
 
Links Correlati
· Inoltre dai media
· News by notavsuper


Articolo più letto relativo a dai media:
Domenica a Susa

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

"Il Giornale del Piemonte - Cronaca" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.11 Secondi

Theme by Dezina