------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

Signori Signori e Signore buonanotte:Montecitorio

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
Il Giornale 3.12.05

dai media patton ha scritto
"

di Paolo Del Debbio
l governo ha deciso di andare avanti con la Tav. Si va avanti con i lavori del treno ad alta velocità contro il quale da settimane si sono scagliati vari comitati a Venaus, in Val di Susa. Un piglio deciso che non ci fu in occasione delle proteste a Scanzano in Campania che tutti ricorderete bene.



Quando ci sono dimezzo opere che sono per il bene di tutti ci vuole che chi più di tutti è responsabile politicamente decida. Nonostante tutto.
Si è mosso anche il presidente della Repubblica dicendo che non si può isolare l’Italia.
Ricordiamo che la linea è quella Lione-Torino e un tunnel di 53,1 chilometri collegherebbe Venaus appunto a St. Jean de Maurienne in Francia per poi proseguire fino a Lione. Questa tratta fa parte a sua volta del cosiddetto Corridoio 5 che attraversa l’Europa da Lisbona fino all’Est europeo. Sull’importanza dell’opera non c’è da dire gran che. Chi non la capisce o non capisce proprio in generale o non la vuol capire.
Dall’Unione, dal centrosinistra, tanti distinguo. Da Prodi il silenzio: dice che ci sta pensando, che deve valutare. Forse quando osservava la Tav da Bruxelles, vedendola sopra la vedeva diversa da ora, che la vede da sotto, da Bologna o da Roma, e il cambio di prospettiva gli ha fatto cambiare idee. Non vorremmo che si dovesse essere messo gli occhiali del Fausto Bertinotti che, come sull’ipotesi di ritiro graduale dell’esercito italiano dall’Irak, ha detto un altro e bello deciso niet. «Si fermino i lavori per trattare e Ciampi smetta di fare pressioni », ha detto il segretario del Partito di rifondazione comunista e ha anche aggiunto che in casi come questi ci vuole il sì dei soggetti interessati. Che, evidentemente, non sono i Comuni, le Province, le Regioni, lo Stato nazionale e i duemila comitati che sono stati fatti durante i lunghi (troppo lunghi) anni che hanno preceduto l’avvio dei lavori. Ci fosse uno che gli è andato contro. Distinguo
e silenzio. Niente di più. Siamo sotto elezioni e vengono buoni anche i voti degli abitanti di Venaus.
Non potrebbe l’Unione adoperarsi perché accada ciò che sarebbe l’ovviamente giusto?
E cioè il contrario di quanto chiede Fausto Bertinotti?
Cioè: adoperarsi per fermare la protesta perché proseguano i lavori? Lo chiediamo all’Unione perché le sigle dei movimenti a parte quelli locali, che sono figurate lì in queste settimane, certamente non sono riconducibili al centrodestra.
Lasciamo perdere i programmi elettorali per un attimo. Si offre - in questo caso - un’occasione ottima per l’Unione al fine di dimostrare che tipo di unità e consistenza ha sulle grandi scelte strategiche (le infrastrutture sono certamente fra queste), con che tipo di comunione di intenti politici si presenta agli elettori.
Come abbiamo detto altre volte, non è ragionevole pensare di poter dire agli italiani la seguente favola: ora siamo in campagna elettorale e dobbiamo vincere, poi, una volta eletti, l’unione sulle scelte sarà più facile perché subentrerà la responsabilità propria del governo. Non ci deve credere nessuno perché la prova
che questo non è assolutamente vero fu data ampiamente durante i lunghi anni del governo ulivista terminato nel 2001. E allora, siccome non avverrà sicuramente nulla, siccome l’Unione lascerà scorrere
le cose in una melassa elettorale tanto noiosa quanto pericolosa, almeno sia usato dal centrodestra in campagna elettorale. Si ricordi alla gente e si spieghi l’importanza di questa opera e si spieghi anche l’assurdità che in Italia, nel 2005, dopo anni di studi e di ricerca, si blocchino i lavori per la costruzione di un tunnel di una ferrovia che va da una parte all’altra dell’Europa.
E si proibisca a chi non difende quest’opera di parlare della competitività del Paese per i prossimi cento anni. Perché sarebbe una bestemmia.

"

Postato il Saturday, 03 December @ 15:49:03 CET di
 
Links Correlati
· Inoltre dai media
· News by notavsuper


Articolo più letto relativo a dai media:
Domenica a Susa

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

"Il Giornale 3.12.05" | Login/Crea Account | 1 commento
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: Il Giornale 3.12.05 (Voto: 1)
di DomenicoSchietti il Saturday, 03 December @ 15:59:54 CET
(Info Utente | Invia un Messaggio | Journal)
Del Debbio è rimasto al Medio Evo quando si proibiva di parlare e chi sbagliava finiva all'inferno per sempre. Nessuno è fesso ed ognuno sa fare i suoi conti. Si lasci apralre tutti, poi ciascuno deciderà in cuo suo cosa è giusto costruire e cosa no. Io dò ascolto a dati inconfutabili, scienziati e persone di buon senso . Del Debbio non mi risulta essere un dato inconfutabile, ma molto, molto molto opinabile!




I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.14 Secondi

Theme by Dezina