------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

Mario Mario Solara

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
ERA SOLO UN INCUBO

Parole scolpite nella pietra NINA ha scritto
""Era Dicembre, era fredda Torino. La gente non pensava e camminava attirata dalle insegne luminose del Natale che sarebbe arrivato, puntuale come ogni anno, ci avrebbe travolti e sarebbe passato.
Qualcuno ancora ne conservava il significato.
Correva l’anno 2015.
Mi attendevano alcuni personaggi, all’interno di una sala del municipio...


Erano personaggi che un giorno avevano deciso di passare alla storia: vollero scavare un tunnel, il piu’ lungo d’Europa, vollero farci passare un treno, il piu’ veloce.
Mi sedetti. Davanti a me gli allora presidente della regione Mercedes Bresso, sindaco di Torino Chiamparino, ministro dei trasporti Lunardi e altri ex politici. Li avevamo messi al potere noi.
Erano ancora come li ricordavo, forse un po’ invecchiati, forse un po’ arricchiti.
Tenevo per mano una creatura.
Una bambina di nove anni. Era nata proprio quando quelle persone sedute davanti a noi avevano detto che c’era da fare quel buco nella montagna, era necessario, dicevano, tutti gli studi erano stati fatti, non ci si poteva permettere di restare fuori dalle grandi opere dell’Europa.
La mia bambina tossì. Ogni suo colpo di tosse era un colpo di martello, sopra il mio cuore.
Loro ci osservavano, ma non osavano guardarci.
Avevano scavato con forza, con quella forza che solo i soldi porta addosso, lo avevano fatto con la polizia e i carabinieri.
La mia bambina tossì ancora.
Un’altra martellata al cuore.
Iniziarono a bucare. Avevano chiesto la tregua olimpica per i giochi invernali di Torino 2006. L’avevano chiesta per tutto il mondo, come se si potesse fare qualcosa per la pace solo in occasione delle olimpiadi, ogni quattro anni. Poi avevano militarizzato la Valle di Susa.
Dopo sei anni, iniziò a mancare l’acqua.
Non avevano previsto che la montagna ne era piena e prosciugarono una falda.
C’erano camion, tir, mezzi, tutti i giorni tutto il giorno. Congestionavano il traffico e rendevano l’aria viziata.
La mia bambina tossì ancora.
Martellata al cuore.
La polizia ci controllava, ci controllava all’entrata di casa, ci controllava all’uscita, ci controllava i telefoni.
I giornali dicevano quello che conveniva e quando i NO TAV non facevano piu’ notizia, sparimmo dalle loro pagine.
La mia bambina tossì.
Martellata.
Si alzava smog, smog e polveri, tutto il giorno. Molti se ne andarono, altri rimasero a lottare per la loro montagna, altri ancora si ammalarono, ma non si arresero mai.
La mia bambina tossì.
La mia bambina non sapeva di essere malata. La polvere di amianto si era attaccata ai suoi piccoli polmoni e le rendeva faticoso respirare. C’erano nuove cure, nuove speranze, almeno per lei.
Per altri non ce n’erano piu’.
Loro ci osservavano, ma non osavano guardarci.
Tirai fuori di tasca un fazzoletto bianco. “Souvenir della Valle di Susa”, avevo scritto sopra. Lo aprii con grande sventolio.
La mia bambina rise. – Cosa fai papà?
- Gli auguri di Natale.
Loro tossirono, quando videro spargersi una polvere bianca nella stanza, si coprirono i nasi e ci fecero cacciare.
- Ciao! – Disse loro la mia bambina.
La guardavano, ma non si osarono risponderle.
Uscimmo.
- Chi erano quelle persone?
- Oh, non erano persone, le persone si occupano delle altre persone, se ne prendono cura, difendono i piu’ deboli.
- Che cosa facevano prima?
- Dicono che non lo sapevano, loro forse non c’erano.
Ma era solo Natale, per una bambina di nove anni, c’erano le luci colorata e tanta gente per le strade.
Correva già verso una vetrina addobbata.
Una martellata al cuore.
Mi svegliai nel buio della mia stanza, era stato tutto un sogno, era stato un incubo.
I lavori ancora non erano iniziati.
Forse c’era ancora del tempo, forse c’era ancora speranza. Uscii per andare alla marcia NO TAV, un giorno avrei raccontato ai miei figli che ero andato per loro. Loro non avrebbero capito, per fortuna..."



ALBERTO - SALBENTRAND

"

Postato il Saturday, 03 December @ 15:30:59 CET di
 
Links Correlati
· Inoltre Parole scolpite nella pietra
· News by notavsuper


Articolo più letto relativo a Parole scolpite nella pietra:
Domenica a Susa

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

"ERA SOLO UN INCUBO" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.11 Secondi

Theme by Dezina