------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

Luca Luca

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
Da la Repubblica

dai media ninik ha scritto
"

Da la Repubblica: Il ministro degli Interni parla di "una miscela preoccupante che potrebbe esplodere da un giorno all'altro"
Tav, Pisanu lancia l'allarme "Nella protesta intrusioni eversive"
Il timore per possibili attacchi all'Italia: "Le Olimpiadi di Torino un possibile obiettivo". Chiamparino: "Non facciamo allarmismi"

 



Il ministro Giuseppe Pisanu
ROMA - "In Val di Susa c'è oggi una miscela preoccupante di legittima protesta popolare, speculazione politica e intrusioni eversive che rischia di esplodere da un giorno all'altro". Lo ha detto il ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu durante una conferenza stampa nella quale ha illustrato una relazione presentata al consiglio dei ministri. Il ministro si è riferito, ovviamente, alle proteste anti Tav dei gorni scorsi.

In mattinata il ministro aveva anche lanciato un
su un possibile attacco terroristico all'Italia. E con la Torino delle Olimpiadi invernali 2006 come possibile obiettivo: "La sicurezza dei giochi olimpici - aveva detto il responsabile del Viminale, in un'informativa alla Camera - assume un'importanza prioritaria". Anche perchè la manifestazione "di rilevanza mondiale", è in concomitanza "con la campagna elettorale".

Insomma, secondo Pisanu l'evento torinese "è di grande interesse per le formazioni terroristiche"; e del resto, attentati "nella più recente storia delle Olimpiadi non mancano". Comunque il ministro ha dato anche rassicurazioni: "Le forze di polizia hanno messo a punto un piano di sicurezza in stato già avanzato". Il piano, ha proseguito, prevede tra l'altro "l'impiego di 9 mila operatori delle forze dell'ordine, l'apertura di una centrale operativa olimpica collegata con le 21 sale operative di sito e l'attivazione di un Centro nazionale di informazione sulle Olimpiadi, in stretto rapporto con le polizie e i servizi di intelligence".

Ma non c'è solo Torino, come possibile obiettivo: in generale, ha ricordato il ministro, "dobbiamo continuare a ritenere possibile un attentato nel nostro Paese". Come dimostrano anche "i vari comunicati di minaccia contro il nostro Paese" apparsi su Internet, che "mirano ad innalzare la nostra percezione di rischio".

Poi Pisanu ha commentato le vicende giudiziarie milanesi, e in particolare il caso dei militanti islamici giudicati da alcuni magistrati terroristi, da altri come "resistenti". A giudizio del ministro, le "notevoli disparità di valutazione" emerse "anche nell'ambito di una stessa vicenda giudiziaria" creano "non solo sconcerto nell'opinione pubblica", ma vengono interpretate "come un segnale di debolezza negli ambienti dell'islamismo radicale".

Ecco perchè il responsabile del Viminale ha ribadito "la necessità di forme sempre più strette di autonomo coordinamento della magistratura capaci di maggiore coerenza all'azione giudiziaria, nei confronti del terrorismo internazionale".

Infine, un primo bilancio sull'applicazione delle nuove norme antiterrorismo. In quest'ambito, finora si sono svolti "diciotto colloqui investigativi in carcere, che hanno avuto luogo principalmente nelle sedi delle Procure distrettuali". Pisanu ha anche riferito che il nuovo permesso di soggiorno a fini investigativi è stato rilasciato finora in quattro casi, "ad altrettanti stranieri che hanno offerto la loro collaborazione agli organi investigativi" e che fino ad oggi "sono stati adottati 20 provvedimenti di espulsione a carico di stranieri ritenuti pericolosi per l'ordine pubblico e la sicurezza".

Il sindaco di Torino, Sergio Chaimparino ha approfittato della presentazione della piazza dove verrano effettuate le premiazioni dei prossimi Giochi invernali per commentare l'allarme lanciato da Pisanu. "E' giusto mantenere alta l'attenzione sulla sicurezza delle Olimpiadi di Torino 2006, ma come ha sottolineato anche il ministro dell'Interno non c' è ragione di fare allarmismi - ha detto il sindaco - Quello di Pisanu è un richiamo per mantenere desta l'attenzione nei confronti di questo problema. Lo stesso ministro - ha sottolineato - dice però che non ci sono elementi concreti che facciano pensare ad attacchi terroristici. Non ci sono allarmismi al riguardo".

(2 dicembre 2005)

"

Postato il Saturday, 03 December @ 15:20:32 CET di
 
Links Correlati
· Inoltre dai media
· News by notavsuper


Articolo più letto relativo a dai media:
Domenica a Susa

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

"Da la Repubblica" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati


I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.20 Secondi

Theme by Dezina