------|    Processo ai NoTav. La vendetta dello Stato - 2015-01-27 22:59:45    ||    Oulx - 4 Gennaio, proiezione di Qui di Daniele Gaglianone - 2015-01-03 16:26:05    ||    Francesco, Graziano e Lucio, annullata accusa terrorismo - 2014-12-29 16:51:21    ||    Incendio a Bologna 2014, 'caso risolto'. Strage di Bologna 1980: mandanti ignoti - 2014-12-26 10:07:02    ||    Lettera a Babbo Natale - 2014-12-26 09:04:38    ||    Il vero danneggiato dagli attentati ai treni è il movimento NoTav - 2014-12-24 16:00:26    |------

Consulta la storia del sito
Pagina iniziale  Connettiti Pagina iniziale  Downloads  Members Login  Submit News  Top 10  FAQ  Argomenti  Contattaci   
Documenti
150 brevi ragioni NoTav Valsusa
Tav: Le ragioni liberali del NO
Processo Tav
NotavTV
» MENU'
» CERCA
» MEMBRI
» CONTENUTI
» ALTRO
» STATISTICHE
Autofinanziamento
Comitato di solidarietà "DIAMO UN FUTURO DI SPERANZA AI NOSTRI RAGAZZI NICOLAS, LORENZO, STEFANO", costituito per i tre ragazzi di Novalesa che sono stati gravemente feriti dallo scoppio di un residuato bellico mentre lavoravano in un campo:
chi vuole contribuire con un versamento può utilizzare il conto intestato a Pezzoni Gilberto
bonifico bancario IBAN: IT79 Z076 0101 0000 0009 3438 463
oppure ccp 93438463
(chi effettua un postagiro indichi il conto n. 000093438463)
Autofinanziamento delle spese legali del movimento.
I nostri legali lavorano tutti in modo gratuito ma ciò nonostante i costi legali sono alti.

conto corrente postale:001004906838
IBAN IT22 L076 0101 0000 0100 4906 838
Intestato a PIETRO DAVY CEBRARI MARIA CHIARA.
Ultimi commenti

 Dal profilo facebook di Ferdinando Imposimato
  - di: Webmaster
  - 2014-12-24 19:25:49
 Il ministro Lupi: 'Ognuno guardi a casa propria'
  - di: Webmaster
  - 2014-04-29 07:45:15
 Proiettile ad Amprino: si accertino i mandanti.
  - di: Webmaster
  - 2014-04-17 19:35:45
 Re: Keynes in Valsusa: bignamino NoTav per non valsusini
  - di: mnf59
  - 2014-01-15 18:16:41
 Irreversibile, Architetto? di Luca Giunti
  - di: Webmaster
  - 2013-11-14 09:16:48
 ALTRA PUNTATA NEL TEATRINO DEL CANTIERE
  - di: Webmaster
  - 2013-11-13 08:12:00

Ultimi 40 Commenti

Lica x WL
Video

Tav: Tav: e' accordo

Previsioni Meteo

Previsioni
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Province
Valsusa e dintorni
Calendario Eventi

 Vai alla seguente vista:prossimi Eventi
          
Cerca EventoCerca Evento  stampastampa  Suggerisci un eventoSuggerisci un evento


Presentazione libro "Rigenerare i poteri"

Data Evento:martedì, 05 dicembre 2006Ora Inizio:21:00Topi di Biblioteca
Data Finale:martedì, 05 dicembre 2006Ora Termine:23:00
Categoria:Iniziative   Iniziative
Descrizione:MARTEDI’ 5 DICEMBRE 2006 ore 21 presso la Sala del Centro “Don Viglongo” Condove – via Bruno Buozzi 2 bis con la collaborazione del Comune di Condove del “Gruppo 33” di Condove e del Gruppo Pace gli amici di “Dialogo in Valle” presentano il libro “Rigenerare i poteri” di Walter Wink si rifletterà con Giorgio Barazza del Centro Sereno Regis di Torino Recensione da “CARTA” Avviso ai non credenti: non fatevi fuorviare dal fatto che questo librone esce nella «sezione biblica» e che quasi tutti i testi di riferimento siano religiosi. Dal sottotitolo ben s’intende che qui si ragiona su «discernimento e resistenza in un mondo di dominio» e, come altri testi della Emi, ci si muove su un terreno di sovversione degli ordini costituiti. L’analisi del «sistema di dominio» è condivisibile e l’invito a «rompere la spirale della violenza», oltre la fasulla «opposizione guerra giusta-pacifismo» traccia sentieri sui quali credenti e laici possono muoversi insieme. Si chiami società più giusta o «regno di Dio» conta poco, se l’obiettivo è comune. Con la certezza che «il nostro futuro nonviolento è già cominciato». [D.B.] Recensione da EMI RIGENERARE I POTERI Discernimento e resistenza nel mondo del dominio di Walter Wink “Questa impresa ha impegnato, con alti e bassi, quasi trent’anni della mia vita, mi ha introdotto a studi affascinanti che diversamente non avrei mai abbordato ed è stata fonte di grande entusiasmo. Spero di riuscire a trasmettere al lettore almeno una parte del senso di questa esaltante avventura intellettuale e spirituale” (Dalla Prefazione dell’Autore). Di quale avventura si tratta? Ce lo dice lo stesso Autore sostenendo che “una delle domande più urgenti cui il mondo si trova oggi di fronte è a mio parere la seguente: com’è possibile opporsi al male senza parteciparvi e senza provocare altro male?” (Dall’Introduzione). È, in altre parole, il problema della nonviolenza e della pace. Abbiamo avuto davanti agli occhi, e nel cuore, esempi tragici di questo problema con le guerre della Bosnia, del Kosovo, dell’Irak. In tutti e tre i casi, sebbene in forme diverse, si trattava di opporsi a violenze inaudite, a uomini sanguinari, a dittatori crudeli. E non si è riusciti a vincere il male se non partecipandovi e provocando altro male, tanto che molti dei protagonisti si chiedono a tutt’oggi: ne valeva la pena? L’attualità di tale domanda si manifesta anche nel fatto che “è la violenza, non il cristianesimo, la vera religione dell’America (L’Autore è statunitense). Dirò tra breve come questo mito della violenza salvatrice sostenga tutto l’impianto della cultura popolare, della religione, del patriottismo e della politica estera americani e come si trovi ravvolto, con le sue spire di serpente antico, intorno alla radice del Sistema di Dominio, che ha caratterizzato la storia degli uomini sin da molto tempo prima che Babilonia regnasse incontrastata” (Introduzione p. 27). A una domanda esistenziale così profonda, costante, attuale, come risponde la Bibbia? Il cristianesimo non può esimersi dal dare oggi una risposta, se non vuol restare fuori dalla storia e diventare puro devozionismo o astratto spiritualismo. Merito dell’Autore è di avere impostato questo studio in modo originale, partendo da alcuni dati biblici che vengono per lo più sorvolati: si tratta dei vari accenni che si trovano nel Nuovo Testamento (specialmente nelle Lettere di Paolo e nell’Apocalisse, ma anche nei Vangeli) ai Principati, alle Potestà e alle Dominazioni (complessivamente “I Poteri”). Secondo la sua interpretazione queste realtà sono realmente esistenti, ma non fuori dalle istituzioni, come loro corrispettivo celeste, ma dentro di esse, come anima di ciò che esteriormente si manifesta. Se nella concezione antica ogni realtà terrena aveva il suo corrispettivo celeste (Cielo) e nella concezione moderna esiste solo ciò che percepiscono i sensi (Terra, in senso materialistico), in una concezione unitaria gli aspetti terreni e quelli spirituali dell’esistenza, Cielo e Terra, si rapportano fra loro come esteriorità e interiorità di tutte le istituzioni, politiche, economiche, culturali... La conclusione cui l’Autore arriva è triplice: i Poteri sono buoni (creati da Dio), i Poteri sono decaduti (per il peccato), i Poteri sono redimibili (partecipano alla salvezza degli esseri umani in Cristo). “Queste tre proposizioni devono essere tenute insieme, in quanto ciascuna, presa isolatamente, non soltanto è falsa, ma è anche profondamente fuorviante. Non possiamo affermare che i governi, le università o le industrie sono buone, a meno che nello stesso tempo non ne riconosciamo la caduta. Non possiamo affermare la loro pericolosità e il loro carattere oppressivo se non ci ricordiamo che continuano a far parte della creazione buona di Dio. Infine, riflettere sulla creazione e sulla caduta dei Poteri può voler dire legittimarli e soffocare ogni speranza di cambiamento, a meno che non si affermi nel contempo che tali Poteri possono e devono essere redenti” ( Introduzione, p. 19). Un forte pragmatismo anglosassone e una ferma fede cristiana trovano qui la loro sintesi, che può essere utile a chi si pone davanti alle grandi sfide del nostro tempo senza rinunciare né alla visione escatologica né alla progettualità storica. Questo libro può essere veramente chiamato, come fa spesso l’Autore, “una nuova visione”.
Segnalato da aquilacieca il 30/11/06 e approvato da notavsuper

Kalender ©


I loghi ed i marchi registrati presenti su questo sito sono proprietà dei rispettivi proprietari. Le istruzioni per l'uso sono state realizzate con l'ausilio del manuale ufficiale italiano di phpNuke, scaricabile su www.spaghettibrain.com.
Contatti: webmaster @ notav . eu 338 17 414 67
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.13 Secondi

Theme by Dezina