Calendario Eventi


Successivi 20 Eventi, fino a 14/11/06.

Serata Informativa-Etinomia
Appuntamenti istituzionaliIniziativeConvegni & Conferenze 
Importantissimi!Ai presidiIl Grande Cortile

15/11/06
21:00
 
al
 
23:45
Iniziative Condove - Riunione del Movimento Umanista
Al Centro Don Viglongo di Via B. Buozzi n.1 la prima riunione del Movimento Umanista in Valle di Susa (le successive avranno cadenza settimanale). Dopo una presentazione del Movimento e alcuni spunti di riflessione, con chi è d'accordo con le finalità si coordinerà per portare avanti attività in valle, che saranno principalmente di lotta contro il TAV, il raddoppiamento del Frejus e l'inquinamento dell'acciaieria Beltrame, in aiuto alle iniziative portate avanti dai comitati già esistenti. Il Movimento Umanista è un'organizzazione umana formata da persone che si trovano d'accordo sul fatto di mettere l'essere umano come valore centrale e si oppongono ad ogni forma di discriminazione e di violenza. Il Movimento è nato negli anni '60 in Argentina a partire da gruppi di studio coordinati da Mario Rodriguez Cobos (Silo), pensatore e scrittore argentino. In seguito il Movimento si è diffuso su tutto il pianeta ed è ora presente in più di 100 paesi del mondo, a Torino siamo presenti in quasi tutti i quartieri con numerose attività in differenti campi: sociale, politico, culturale, artistico e personale. In Valle di Susa siamo stati sempre presenti a fianco di chi lotta contro il TAV partecipando attivamente a qualsiasi protesta, corteo, assemblea o coordinamento. Per info sulle attività del Movimento in Valle: 347.26.03.269 (Oscar) oscar.p@email.it www.umanisti.it Saluti NoTAV Oscar Peroglia
21/11/06
20:30
 
al
 
23:30
Iniziative Saluggia - assemblea pubblica
ASSEMBLEA PUBBLICA A SALUGGIA martedì 21 alle ore 21 (troviamoci alle 20.30) SCORIE EUREX, VIA DA SALUGGIA PER SEMPRE! I materiali radioattivi ospitati nella Piscina Eurex hanno contaminato la falda di Saluggia: devono andare via da Saluggia subito, senza se e senza ma, e non tornarci mai più! I materiali radioattivi contenuti nella Piscina Eurex e che hanno determinato una contaminazione della falda d'acqua che già tre mesi fa era arrivata alla profondità di sette metri, dopo essere stati finalmente rimossi dalla Piscina e caricati sui camion, saranno ri-depositati a Saluggia, nel deposito "Avogadro" di proprietà di una Società privata a responsabilità limitata. Legambiente e Pro Natura sono convinte che il deposito Avogadro non abbia i necessari requisiti di sicurezza: è un vecchio impianto riadattato, e per giunta è di proprietà privata. Non possiamo dimenticare di averlo visto incendiato e più volte allagato. Non possiamo ancora una volta fare finta che, solo un chilometro più a valle, non ci siano i pozzi dell'Acquedotto del Monferrato, che serve oltre cento Comuni. Questi materiali radioattivi, attualmente contenuti nella piscina Eurex, non sono nati a Saluggia: a suo tempo è stato un grave errore trasferirli qui, in un'area così pericolosa. Ciononostante Saluggia li ha ospitati per trent'anni correndo gravi rischi, e ne ha ricevuto in cambio la contaminazione della propria falda acquifera. Adesso che verranno finalmente rimossi dalla Piscina che perde e caricati sui camion, sarebbe pazzesco se fossero ri-depositati a Saluggia, per ricominciare la storia da capo. Per Saluggia e per l'ambiente sarebbe un vero affronto! Adesso devono andare in qualche altro deposito che abbia almeno i necessari requisiti di sicurezza. Lo trovino la Sogin ed il Generale Jean il deposito adatto: di sicuro non l'Avogadro e non a Saluggia! Legambiente e Pro Natura si opporranno con ogni mezzo a questa ennesima vessazione. Invitiamo pertanto i Cittadini di Saluggia, dei Comuni della zona e di tutti i Comuni del Monferrato, che bevono l'acqua prelevata nei pozzi di Saluggia, a partecipare in massa all'incontro pubblico organizzato dal Sindaco di Saluggia con Sogin per martedì 21 novembre alle ore 21, presso il Palazzetto dello Sport di Saluggia (troviamoci davanti al Palazzetto alle 20.30). Legambiente e Pro Natura saranno presenti per dire con forza che le scorie radioattive che hanno contaminato la falda di Saluggia devono andare subito via da Saluggia, senza se e senza ma, e non tornarci mai più! Gian Piero Godio Legambiente Vercelli Pro Natura Saluggia
21/11/06
21:00
 
al
 
23:00
Iniziative NOTAV - RESISTENZA NONVIOLENTA
NO TAV – RESISTENZA NON VIOLENTA VI PUNTATA MARTEDI’ 21 NOVEMBRE 2006 ore 21 presso la Sala del Centro “Don Viglongo” Condove – v. Bruno Buozzi 2 bis con la collaborazione del Comune di Condove del “Gruppo 33” di Condove e del Gruppo Pace gli amici di “Dialogo in Valle” presentano il filmato CILE: SCONFITTA DI UN DITTATORE si rifletterà con Giorgio Barazza del Centro Sereno Regis di Torino
25/11/06
09:30
 
al
 
12:30
Iniziative Presenza NO TAV al mercato di Giaveno
In piazza san Lorenzo (di fronte alla chiesa, dall'altro lato della strada) banchetto informativo con materiali NO TAV e raccolta firme. Chiunque voglia venire a dare una mano è benvenuto. Attenzione: se piove non se ne fa niente!
25/11/06
15:00
 
al
 
18:00
Iniziative Giornata per il Disarmo nucleare ,con Greenpeace Torino
Via le bombe dall’Italia!! !! La NATO deve sbarazzarsi delle sue armi atomiche! In Italia ci sono 90 bombe atomiche di cui pochi conoscono l’esistenza ma che nessuno vuole! Il Gruppo Locale di Greenpeace Torino, invita tutte le associazioni attive sul nostro territorio, in difesa dei diritti umani e dell’ambiente, enti locali e semplici cittadini al Complaint Day. Il ritrovo è fissato per Sabato 25 Novembre alle ore 15 in Piazza San Giovanni, a Torino (Duomo). In questa giornata insieme a migliaia di altre persone e tantissime associazioni in tutta Europa vogliamo lanciare un chiaro messaggio alla NATO e ai rappresentanti di stato: la NATO deve sbarazzarsi delle sue armi atomiche! Dopo il ritrovo ci recheremo presso le autorità di polizia per denunciare la presenza illegale di 90 testate atomiche presenti sul nostro territorio nazionale. Sarà anche l’occasione per conoscere persone e associazioni diverse e passare un pomeriggio insieme con momenti di informazione e gioco. Siete invitati a portare messaggi personali ma sempre coerenti con il tema della giornata. Il 28 e 29 Novembre la NATO e i rappresentanti di stato si incontreranno a Riga in Lettonia. E’ ora di far sentire la nostra voce! Per ulteriori informazioni vi invitiamo a visitare i siti: www.bombspotting. be e www.greenpeace.
29/11/06
20:00
 
al
 
23:00
Iniziative APERITIVO ASSEMBLEA NOTAV
MERCOLEDI' 29 NOVEMBRE DALLE ORE 20:00 APERITIVO BELLAVITA:TUTTI PORTIAMO QUALCOSA DA GUSTARE E BERE DA CONDIVIDERE CON GLI ALTRI A SEGUIRE ASSEMBLEA PER DISCUTERE DI FENIX E TRE GIORNI NOTAV A VENAUS 8,9,10 DICEMBRE FAI GIRARE LA VOCE,SMS ED EMAIL ASILO SQUAT VIA ALESSANDRIA,12 TORINO http://mappe.alice.it/tcolnew/index_alice_lite.html#sez=1015&com=Torino%20(TO)&ind=Via%20Alessandria&nc=12&qs=&vcc=&dts=&dte=&tms=&tme=&hm=&sdv=Torino&scl=84588&std=C&scm=Torino&ssg=TO&srg=Piemonte&z=0.6&x=7.690745&y=45.081495&cv=0&pv=1&noc=1 BUS CHE PASSANO IN ZONA: 11,12,27,57,51,TRAM LINEA 4 DA PORTANUOVA TRAM LINEA 18 DA LINGOTTO http://www.notav-norepressione.it/wordpress/index.php ecosservatorio@autistici.org fenix-occupato@inventati.org
01/12/06
20:00
 
al
 
23:00
Iniziative Assemblea pubblica
"Valsusa provincia autonoma?" Di quest'ipotesi se ne parlerà insieme : ven sera a BUSSOLENO in Via Traforo Come si legge su Luna Nuova di ieri (pag5) tra i promotori dell'iniziativa molti noti NoTav... partecipiamo numerosi al dibattito!
02/12/06
15:00
 
al
 
18:00
Iniziative 
Sabato 2 Dicembre ore 15 a Cascina Roland Villar Focchiardo Festa e Presentazione tre libri: Quaderni Saradura 1) La meta è il viaggio a cura di Fulvia Masera. Diario della marcia Venaus-Roma 2) La bandiere Notav in giro per il mondo raccolta di fotografie autori vari 3) Sensibilità unificate per un futuro vivibile: notav- noponte. Le opere degli artisti che hanno partecipato alla realizzazione dello striscione notav più lungo del mondo (a cura di Daniela Baldo) Presentazione CD della Polveriera Nobel Cinque canzoni notav PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA DEI TRE GIORNI PER I FESTEGGIAMENTI A UN ANNO DALLA LIBERAZIONE DI VENAUS 8-9-10 Dicembre Fiaccolata /Assemblea nazionale dei Comitati /Spettacoli
02/12/06
21:00
 
al
 
23:00
Iniziative 
Il giorno 2 dicembre 2006 alle ore 21, presso il salone polivalente di Villardora, la classe IIIA della scuola media di Condove replica lo spettacolo "Più amore per la vita - Ovvero come le formiche valsusine hanno vissuto gli ultimi mesi" realizzato durante il laboratorio teatrale dello scorso anno scolastico. Lo spettacolo ripercorre gli eventi accaduti in Valsusa l'autunno/inverno scorsi, giocando sul parallelismo tra la valle e la vita di un formicaio; senza mai pronunciare la parola TAV vengono raccontati i momenti più significativi delle lotte, le emozioni provate, le riflessioni di fronte alla scoperta di una nuova solidarietà. La proiezione di diapositive riguardanti i momenti più importanti permetterà agli spettatori di immedesimarsi e riconoscersi nei personaggi che animano la scena. Il tutto è visto attraverso gli occhi dei giovani attori. scarica il volantino
05/12/06
21:00
 
al
 
23:00
Iniziative Presentazione libro "Rigenerare i poteri"
MARTEDI’ 5 DICEMBRE 2006 ore 21 presso la Sala del Centro “Don Viglongo” Condove – via Bruno Buozzi 2 bis con la collaborazione del Comune di Condove del “Gruppo 33” di Condove e del Gruppo Pace gli amici di “Dialogo in Valle” presentano il libro “Rigenerare i poteri” di Walter Wink si rifletterà con Giorgio Barazza del Centro Sereno Regis di Torino Recensione da “CARTA” Avviso ai non credenti: non fatevi fuorviare dal fatto che questo librone esce nella «sezione biblica» e che quasi tutti i testi di riferimento siano religiosi. Dal sottotitolo ben s’intende che qui si ragiona su «discernimento e resistenza in un mondo di dominio» e, come altri testi della Emi, ci si muove su un terreno di sovversione degli ordini costituiti. L’analisi del «sistema di dominio» è condivisibile e l’invito a «rompere la spirale della violenza», oltre la fasulla «opposizione guerra giusta-pacifismo» traccia sentieri sui quali credenti e laici possono muoversi insieme. Si chiami società più giusta o «regno di Dio» conta poco, se l’obiettivo è comune. Con la certezza che «il nostro futuro nonviolento è già cominciato». [D.B.] Recensione da EMI RIGENERARE I POTERI Discernimento e resistenza nel mondo del dominio di Walter Wink “Questa impresa ha impegnato, con alti e bassi, quasi trent’anni della mia vita, mi ha introdotto a studi affascinanti che diversamente non avrei mai abbordato ed è stata fonte di grande entusiasmo. Spero di riuscire a trasmettere al lettore almeno una parte del senso di questa esaltante avventura intellettuale e spirituale” (Dalla Prefazione dell’Autore). Di quale avventura si tratta? Ce lo dice lo stesso Autore sostenendo che “una delle domande più urgenti cui il mondo si trova oggi di fronte è a mio parere la seguente: com’è possibile opporsi al male senza parteciparvi e senza provocare altro male?” (Dall’Introduzione). È, in altre parole, il problema della nonviolenza e della pace. Abbiamo avuto davanti agli occhi, e nel cuore, esempi tragici di questo problema con le guerre della Bosnia, del Kosovo, dell’Irak. In tutti e tre i casi, sebbene in forme diverse, si trattava di opporsi a violenze inaudite, a uomini sanguinari, a dittatori crudeli. E non si è riusciti a vincere il male se non partecipandovi e provocando altro male, tanto che molti dei protagonisti si chiedono a tutt’oggi: ne valeva la pena? L’attualità di tale domanda si manifesta anche nel fatto che “è la violenza, non il cristianesimo, la vera religione dell’America (L’Autore è statunitense). Dirò tra breve come questo mito della violenza salvatrice sostenga tutto l’impianto della cultura popolare, della religione, del patriottismo e della politica estera americani e come si trovi ravvolto, con le sue spire di serpente antico, intorno alla radice del Sistema di Dominio, che ha caratterizzato la storia degli uomini sin da molto tempo prima che Babilonia regnasse incontrastata” (Introduzione p. 27). A una domanda esistenziale così profonda, costante, attuale, come risponde la Bibbia? Il cristianesimo non può esimersi dal dare oggi una risposta, se non vuol restare fuori dalla storia e diventare puro devozionismo o astratto spiritualismo. Merito dell’Autore è di avere impostato questo studio in modo originale, partendo da alcuni dati biblici che vengono per lo più sorvolati: si tratta dei vari accenni che si trovano nel Nuovo Testamento (specialmente nelle Lettere di Paolo e nell’Apocalisse, ma anche nei Vangeli) ai Principati, alle Potestà e alle Dominazioni (complessivamente “I Poteri”). Secondo la sua interpretazione queste realtà sono realmente esistenti, ma non fuori dalle istituzioni, come loro corrispettivo celeste, ma dentro di esse, come anima di ciò che esteriormente si manifesta. Se nella concezione antica ogni realtà terrena aveva il suo corrispettivo celeste (Cielo) e nella concezione moderna esiste solo ciò che percepiscono i sensi (Terra, in senso materialistico), in una concezione unitaria gli aspetti terreni e quelli spirituali dell’esistenza, Cielo e Terra, si rapportano fra loro come esteriorità e interiorità di tutte le istituzioni, politiche, economiche, culturali... La conclusione cui l’Autore arriva è triplice: i Poteri sono buoni (creati da Dio), i Poteri sono decaduti (per il peccato), i Poteri sono redimibili (partecipano alla salvezza degli esseri umani in Cristo). “Queste tre proposizioni devono essere tenute insieme, in quanto ciascuna, presa isolatamente, non soltanto è falsa, ma è anche profondamente fuorviante. Non possiamo affermare che i governi, le università o le industrie sono buone, a meno che nello stesso tempo non ne riconosciamo la caduta. Non possiamo affermare la loro pericolosità e il loro carattere oppressivo se non ci ricordiamo che continuano a far parte della creazione buona di Dio. Infine, riflettere sulla creazione e sulla caduta dei Poteri può voler dire legittimarli e soffocare ogni speranza di cambiamento, a meno che non si affermi nel contempo che tali Poteri possono e devono essere redenti” ( Introduzione, p. 19). Un forte pragmatismo anglosassone e una ferma fede cristiana trovano qui la loro sintesi, che può essere utile a chi si pone davanti alle grandi sfide del nostro tempo senza rinunciare né alla visione escatologica né alla progettualità storica. Questo libro può essere veramente chiamato, come fa spesso l’Autore, “una nuova visione”.
12/12/06
18:30
al15/12/06
23:30
Iniziative Bergamo - corteo e convegno
NO BREBEMI - NO TAV UNO SVILUPPO ALTERNATIVO è POSSIBILE! MANIFESTAZIONE ambientalista MARTEDì 12 DICEMBRE, ore 18.30 Piazzale FS, BERGAMO CONVEGNO - SALA DELLA BIBLIOTECA - TREVIGLIO VENERDì 15 DICEMBRE H. 21.00 intervengono: MARIO AGOSTINELLI - Consigliere regionale indipendente nelle liste di PRC-Sin.Eu. ARIELLA BORGHI - sindaco di Treviglio PAOLO SABBIONI - sindaco di Melzo, Presidente associazioni comuni contro la BreBeMi EZIO LOCATELLI - deputato PRC-Sin.Eu. - commissione trasporti GIOVANNA GALLI - comitato popolare NO BREBEMI - NO TAV Bassa Bergamasca Volantino fronte - Retro La manifestazione si concluderà con un presidio presso il PALAZZO DELLA PROVINCIA (via T.Tasso) e con la consegna di una petizione che dicce No al progetto di Trasporto ad Alta Velocita (TAV) e alla autostrada Brescia-Bergamo-Milano (BreBeMi) perchè: SONO OPERE CHE RIGUARDANO LA NOSTRA VITA MA SONO DECISE SENZA DI NOI E CONTRO DI NOI SONO OPERE DANNOSE, INUTILI E COSTOSE NON RISPONDONO ALLA DOMANDA DI SPOSTAMENTO VELOCE E SICURO A BREVE E MEDIO PERCORSO DI LAVORATORI, STUDENTI E PENSIONATI NON DIMINUISCONO IL TRAFFICO SU STRADA, ANZI LO AUMENTANO INQUINANO, DISTRUGGONO IL TERRITORIO, L'AMBIENTE E LE ECONOMIE LOCALI GENERANO UNA CRESCITA INCONTROLLABILE DEI PAESI E CONDIZIONANO NEGATIVAMENTE LA QUALITà DEL VIVERE SUCCHIANO I SOLDI PUBBLICI DESTINATI AI SERVIZI DI PRIMARIA IMPORTANZA (sanità, istruzione, assistenza sociale) FAVORISCONO UNO SVILUPPO ECONOMICO FATALE PER LA CIVILE CONVIVENZA, L'AMBIENTE E L'INTERO ECOSISTEMA Chiediamo un modello di sviluppo e di trasporto alternativo: L'incremento del trasporto pubblico e collettivo Lo spostamento del trasporto merci su ferro La riqualificazione e la messa in sicurezza delle strade esistenti Il potenzimento della rete ferroviaria PROMUOVONO: COMITATO POPOLARE NO BREBEMI - NO TAV -bassa bergamasca COLLETTIVO GIOVANILE USCITA DI SICUREZZA - Romano di lomb.dia RIFONDAZIONE COMUNISTA - Sinistra Europea Gruppo Ecologico TERRANOSTRA - Bariano LEGAMBIENTE ITALIA NOSTRA COMITATO AMBIENTALISTA - Fara Gera d'Adda COMITATI PENDOLARI di Bergamo e Romano di lomb.dia csa PACì PACIANA RETE BASSA GRUPPO ECOLOGICO CARAVAGGIO (GrEC) COMITATO TUTELA AMBIENTE Treviglio
15/12/06Iniziative Torino - GIORNALISMO DI PACE 15-16 Dicembre
esiste ANCHE il buon giornalismo... questa può essere una buona occasione per conoscerlo di persona IL CENTRO STUDI SERENO REGIS VI INVITA A PARTECIPARE AL CONVEGNO INTERNAZIONALE DI STUDI GIORNALISMO DI PACE 15 E 16 DICEMBRE 2006 - AUDITORIUM DELLA PROVINCIA DI TORINO - VIA VALEGGIO, 5 – TORINO SABATO 16 DICEMBRE 2006 * Ore 9.30 - Tavola rotonda: Il ruolo dei media nella trasformazione nonviolenta dei conflitti Moderatore: Giovanni Salio (Centro Studi Sereno Regis) Interventi di Johan Galtung (Rete TRANSCEND) Mimmo Candito ("La Stampa") Alberto Chiara ("Famiglia Cristiana") * Ore 15.00: Tavola rotonda: Lavorare in reti mediatiche e nella controinformazione Moderatrice: Nadia Redoglia (PeaceLink) Interventi di Maso Notarianni ("Peacereporter") Massimo Tesei ("Una città") Mao Valpiana ("Azione nonviolenta") Rodrigo Vergara (ARCOIRIS TV) * Ore 18.15 - Dibattito
15/12/06
11:00
 
al
 
13:45
Iniziative COLAZIONE MUSICALE IN SOLIDARIETA' PER MARCO MARTORANA
esiti della seconda udienza al processo contro marco martorana Pippo Pippo non lo sa… Si è conclusa la seconda udienza del processo contro Marco Martorana, accusato di aver dato una bottigliata in testa ad un Digos la sera della manifestazione spontanea contro il pestaggio-sgombero del presidio No-Tav di Venaus il dicembre dello scorso anno. Massiccia presenza di Digos in aula e fuori, dove si è tenuto il presidio di solidarietà. L’udienza si è risolta in una carrellata di testimoni-sbirri, che si sono trovati tutti sostanzialmente d’accordo – nonostante le molte contraddizioni – nel riconoscere Marco. Prima ha testimoniato una sbirra, che quel giorno era responsabile dell’ordine pubblico. Era al radio-telefono quando è stata avvicinata da tre manifestanti che non l’hanno toccata, ma per fortuna è subito arrivato sul suo bianco destriero il prode ispettore capo Filippo Catalano che tirandola indietro ha opposto il suo petto alla furia dei manifestanti prendendosi la bottigliata. Lei ha visto solo un braccio che le passava di fianco nel dare il colpo ma riconosce con sicurezza Marco come aggressore. Poi dice di averlo rivisto alla fine del corteo in piazza Castello. Come mai allora non lo aveva segnalato alla Digos come l’aggressore? Era troppo impegnata nel suo lavoro. Si sa, le montature si fanno dopo con calma, in ufficio, con le imbeccate giuste. Poi tocca al prode Pippo. Riconosce Marco come uno dei più scalmanati, Non si sa perché abbia concentrato la propria attenzione su di lui, visto che, tra i manifestanti presenti al corteo, si ricordava solo di altri due. Lui Marco lo conosce bene: l’ha visto il primo maggio e seduto sui gradini di Palazzo Nuovo. A differenza della Fontana, Catalano ha studiato e sa benissimo cos’è una kefiah, anche se all’epoca dei fatti non sapeva che ce ne sono di diversi colori. Sa anche che ha un significato politico, visto che la portava Arafat. Ma la kefiah o foulard che sia non ha più alcuna importanza perché - coup de thèatre - lui Marco l’ha visto bene in faccia mentre veniva colpito, eh sì, perché nella corsa il foulard gli era caduto e si trovava a viso scoperto. La difesa vuol sapere se aveva rivisto Marco dopo il suo ferimento: assolutamente no. Viene fuori un verbale nel quale risulta che l’aveva visto in questura il giorno dell’arresto, allora si ricorda di averlo incontrato per caso nel corridoio. Che smemorato, viene preso a bottigliate, rivede il feritore in manette e se ne dimentica completamente, non se ne ricorda nemmeno quando lo rivede in tribunale. Povero Pippo, non è che la bottigliata lo ha lasciato rincoglionito? Infatti, non si ricorda nemmeno se quando è stato aggredito si trovava nel viale o nel controviale. Viene poi chiamato un altro digos che non sa niente perché era da un’altra parte e infine Bentivoglio, colui che lo aveva arrestato 15 giorni dopo. Non ricorda se Catalano fosse venuto nel suo ufficio perché ogni tanto passa e lui in quel momento aveva da fare nel compilare i verbali. E’ lui che ha visionato foto e video che sono acclusi agli atti. Gli viene chiesto come mai ha allegato solo immagini relative alla manifestazione del mattino e non di quella della sera in cui è avvenuto il fatto in esame. Sono tutte scure, non si vede niente, era inutile mandarle al tribunale. Poveri digos, son messi male, non hanno neanche una telecamera in grado di riprendere alla luce dei lampioni. Da questa deposizioni emerge nuovamente che su di Marco non ci sono prove ma solo le affermazioni degli sbirri che hanno stabilito a tavolino che questa volta è lui che dovrà pagare. Il processo è rinviato al 15 dicembre. DOVE SI ORGANIZZERA': VENERDI'15 DICEMBRE 2006 DALLE ORE 11:00 PER CHI VUOLE ASSISTERE AULA 54 PRESIDIO MUSICALE E COLAZIONE PER MARCO,PRIMO ARRESTO NOTAV DAVANTI AL PALAZZO DI "GIUSTIZIA" BRUNO CACCIA-TORINO CORSO VITTORIO EMANUELE ENTRATA VIA FALCONE BORSELLINO BUS CHE PASSANO IN ZONA:9,55,56,68 TRAM LINEA 16 PORTATE LA BANDIERA NOTAV!
15/12/06
21:00
 
al
 
23:00
Iniziative 
Ultimissime NOTAV Proiezione Le Iene ad Alta Velocità e La battaglia del Seghino un anno dopo Concerto de La Cura Giusta scarica la locandina
20/12/06
20:00
 
al
 
23:45
Iniziative PSICHIATRIA E DINTORNI
MERCOLEDI' 20 DICEMBRE ORE 20:00 APERITIVO BELLAVITA, A SEGUIRE ALCUNI CORTOMETRAGGI CURATI DAL LABORATORIO MENTELOCALE E POI LA PROIEZIONE DEL FILM "LO SMEMORATO DI COLLEGNO" DI S. CORBUCCI CON TOTO' TUTTO QUESTO AL MEZCAL SQUAT ISLAND CORSO PASTRENGO COLLEGNO-( TORINO) COME ARRIVARE: BUS 33 E 33 BARRATO DA TORINO C.SO VITTORIO EMANUELE ANGOLO V.ARSENALE BUS 37 PARTENZE DALL'UNIVERSITA' DI GRUGLIASCO E DA PIANEZZA ALTRI BUS CHE PASSANO IN ZONA:36,38,87,44 ANCHE DA ALMESE, CONDOVE,RUBIANA,VALDELLATORRE GIVOLETTO-LA CASSA SE ARRIVI IN TRENO: DA PORTANUOVA C'E' IL TRENO PER BUSSOLENO/SUSA/BARDONECCHIA,LA PRIMA FERMATA E' COLLEGNO,LA STAZIONE E' A POCHI PASSI DALL'ENTRATA DELLA CERTOSA... CON IL METRO': DAL CAPOLINEA XVIII DICEMBRE(PORTASUSA) ARRIVI FINO AL CAPOLINEA "FERMI" UN PEZZO A PIEDI E TI TROVERAI ALL'ENTRATA DI CORSO PASTRENGO... MEZCAL SQUAT ISLAND CORSO PASTRENGO COLLEGNO-TO ARRIVATI AL BENZINAIO DI CORSO PASTRENGO C'E' UN AMPIO PARCHEGGIO E LI DIETRO ATTRAVERSANDO IL PARCO VICINO ALLA PIAZZA CIRCOLARE DELLA PACE TROVERAI LA CASA... TI ASPETTIAMO!
06/01/07
14:00
 
al
 
17:00
Iniziative Befana NOTAV NOTIR - Chiomonte
In località Colombera di Chiomonte (già discarica dell'autostrada, poi progettata discarica TAV del tunnel di Venaus, futura probabile discarica della seconda canna del Frejus) si riunirà la componente befanesca del popolo NO TAV - NO TIR per restituire i doni non graditi ai fautori delle grandi opere, per offire loro doni probabilmente sgraditi ...
Tira fuori la Befana che c'è in te ed i regali da fare e restituire.
Ti aspettiamo...

ore 14 ritrovo befane e befani presso la piazza del municipio di Chiomonte
ore 14,30 partenza corteo a piedi verso località la colombera (20 minuti circa)
ore 15 loc. colombera falò dei regali non graditi - ballo attorno al fuoco - riflessioni sul sito
ore 16 partenza per rientro alla piazza del comune
seguono vin brulè e te caldo

Date sfogo alla fantasia per l'abbigliamento ed i regali (befani e befane, babbi natale, gnomi folletti, streghe, nani e giganti.... ma che siano tanti...) e non dimenticate la scopa

e per i più piccini i palloncini con i pensierini dei bambini valsusini.
NESSUNA DISCARICA - NESSUN VIADOTTO
NESSUN TUNNEL, NESSUNA INUTILE GRANDE OPERA IN QUESTA VALLE
Comitato NOTAV Gravere - Comitato NOTAV Chiomonte - Comitato NOTAV Meana di Susa - Comitato NOTAV NOTIR Alta Valle Susa - Comitato NOTAV Giaglione - Comitato NOTAV Salbertrand - Associazione Montagna Nostra
17/01/07
21:00
 
al
 
23:00
Iniziative Avigliana - Prima riunione del gruppo amici di beppe grillo
Gli amici di Beppe Grillo di Torino l'anno scorso ci han dedicato uno spazio ed è nato il gruppo Amici di BG Valsusini. Ora, si organizza il primo incontro. per maggiorni info clicca qui
18/01/07
18:30
 
al
 
20:00
Iniziative 
Raduno in piazza della stazione
20/01/07
21:30
 
al
 
23:45
Iniziative Vaie - Concerto Polveriera Nobel
presso il Centro Sociale P. Levi
organizzato dal COMITATO VAIESE NO TAV NO INQUINAMENTO
01/02/07
21:30
 
al
 
23:45
Iniziative Avigliana - Incontro con comitati NOTAV baschi
Presso il TAKUMA


KalenderMx v1.4.d © by shiba-design.de